La dieta dei colori delle Olimpiadi di Londra 2012

La dieta dei colori delle Olimpiadi di Londra 2012
da in Alimentazione Equilibrata, Fabbisogno Energetico, Metabolismo, Principi Nutritivi, curiosità, metabolismo veloce
Ultimo aggiornamento:

    Dieta colori Londra 2012

    Le Olimpiadi di Londra 2012 e i colori dei 5 cerchi olimpici, sono lo spunto per una dieta energetica a base di alimenti ricchi di tutte quelle proprietà nutritive indispensabili per mantenerci in buona salute, belle e vitali. Perché non solo per uno sportivo mangiare bene è fondamentale, considerando il dispendio energetico che ore di allenamento quotidiano comportano, ma anche per tutti noi che campioni non siamo. Accanto ad una moderata attività fisica, necessaria per mantenere il corpo sano e in linea, sarebbe bene che tutti imparassimo l’importanza di portare in tavola cibi che siano buoni, sani, pieni di virtù benefiche per il nostro organismo, e anche belli da vedere, perché no!

    I colori sono una guida per noi, ci indicano quali sostanze contiene ogni cibo, e in questo modo possiamo orientarci per creare un menù equilibrato e salutare. Rosso, verde, giallo, nero e blu sono i colori dei 5 cerchi olimpici, ma anche le tonalità naturali di ottimi alimenti, soprattutto frutta e verdura, che non dovremmo mai farci mancare. Vediamo quali alimenti sono associati ai cinque colori, e quali sostanze benefiche contengono.

    Dieta colori rosso

    Il rosso è un colore bellissimo, pieno di energia, che ci comunica subito un senso di vitalità. Sono tanti i cibi rossi che amiamo: fragole, pomodori, arance, ribes, peperoni, angurie e via discorrendo. Questo pigmento, in un cibo, ci segnala la presenza di vitamine A e C, dall’effetto protettivo, antiossidante e antinfiammatorio, e, last but not least, anti-età! Il licopene dei pomodori fa benissimo alla pelle, e i caroteni aiutano anche l’abbronzatura. Insomma, via libera ai cibi rossi per mantenerci belle e in salute.

    Dieta colori verde

    Il verde è il colore della clorofilla, e anche, naturalmente, di moltissimi ortaggi e vegetali. Dalla lattuga agli spinaci, dalla bietola alla scarola, passando per le zucchine, i fagiolini, i piselli, gli asparagi, i kiwi… eccetera, eccetera. Anche in questo caso, parliamo di cibi che mangiamo spesso, sia crudi nell’ insalata che cotti, così come ingredienti in paste ripiene, contorni, condimenti e sughi. Al colore verde è associata la presenza di minerali importantissimi come il magnesio, il ferro e il selenio, ma anche di vitamine come la C e di acido folico e luteina. A cosa ci servono? Praticamente a tutto: ci proteggono dal cancro e dal diabete, ma anche dalle malattie stagionali, aumentano l’elasticità dei tessuti, aiutano a bruciare i grassi e favoriscono il sonno.

    Che si può volere di più?

    Dieta colori giallo

    Il giallo, il colore del sole, è tipico di cibi che amiamo molto come i meloni, i peperoni, le pannocchie di mais, l’ananas, le albicocche, i limoni, le arance bionde eccetera. Ricchissimi di vitamina C, questi cibi ci proteggono dalle infezioni, disintossicano, contribuiscono a mantenerci giovani. L’ananas, poi, contiene la bromelina, un potente antinfiammatorio naturale che ha anche anche un riconosciuto effetto dietetico e anticellulite. Approfittiamone!

    Blueberries

    Difficile associare il colore blu-viola a dei cibi, eppure, se ci pensiamo bene, di esempi ne possiamo trovare diversi. A partire dai mirtilli e dalle more, per arrivare a melanzane e susine, passando per la dolcissima uva nera (che proprio nera non è). I frutti di bosco sono pieni di antiossidanti, fanno benissimo alla microcircolazione, alla vista, combattono la cellulite e la ritenzione idrica. Le melanzane hanno pochissime calorie, saziano e mettono in sesto un intestino un po’ pigro. Quanto all’uva, è un vero toccasana per la pelle, di cui combatte l’invecchiamento.

    Dieta dei colori nero

    Terminiamo con il nero, colore elegante ma che non ci stimola esattamente l’appetito. Eppure, basta pensare al caffè, che oltre ad essere la bevanda nazionale, con il suo grande apporto di antiossidanti, fa benissimo alla salute delle donne (a patto di non esagerare!).

    938

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN Alimentazione EquilibrataFabbisogno EnergeticoMetabolismoPrincipi Nutritivicuriositàmetabolismo veloce

    Speciale Pasqua

     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI