La dieta del viaggiatore

da , il

    In vacanza dobbiamo stare molto attenti con l’alimentazione, soprattutto se abbiamo in programma di volare in posti esotici. Il cambio di clima, l’aria condizionata, le condizioni igieniche o anche l’acqua possono crearci dei fastidiosi mal di pancia o del gonfiore addominale. Non vorremo mica rovinarci le vacanze?

    La diarrea è uno dei disturbi che colpisce maggiormente i vacanzieri che spingono i loro viaggi fino all’America latina, dell’Africa, del Medio Oriente e dell’Asia. Solitamente il disturbo compare entro una settimana dall’inizio del viaggio e si manifesta con diarrea acquosa associata a crampi e febbre bassa o assente, vomito, gonfiori e malessere diffuso.

    Di solito colpisce le persone che sono già delicate. E’ quindi bene seguire una dieta preventiva quando siete in vacanza. Evitiamo di mangiare le verdure crude (di qualsiasi tipo) perché potrebbero essere state lavate con acqua non purificate. No, all’acqua del rubinetto, al ghiaccio e al latte non pastorizzato.

    Se riuscite mangiate cose secche, come il pane, e se siete in qualche bel villaggio non fatevi tentare da cibi con creme, salse e panna. Saranno sicuramente buonissimi, ma sono difficili da digerire e le salse a base d’uovo con il caldo possono fare molto male. Inoltre, beve molto (bibite confezionate) e assumere fermenti lattici per riequilibrare la flora batterica.