La Dieta Mediterranea è seguita solo dal 56% degli italiani

da , il

    olio oliva fagioli ceci contro cancro

    I recenti dati sulla Dieta Mediterranea sono davvero angoscianti, soprattutto tenendo conto al rapido diffondersi dell’obesità anche nel nostro Paese. Solo il 56% delle persone segue i principi del regime alimentare nazionale, nonostante il 93% abbia confermato l’importanza di una dieta sana ed equilibrata. Questo quanto emerge dall’ultimo studio seguito dell’Osservatorio Adi-Nestlé, sugli stili di vita e le abitudini alimentari.

    Il 36% dei bambini è in sovrappeso, il 15% degli adulti è obeso, mentre il 29% ha qualche chilo di troppo. Il consumo di legumi, frutta e verdura non è equilibrato in larga parte della popolazione: esiste un 71% che consuma legumi un paio di volte la settimana, il 41% la frutta e il 54% la verdura tutti i giorni.

    Ma c’è di più. Oltre a mangiare male, si mangia anche nel modo sbagliato: il 60% lo fa davanti alla tv almeno due volte la settimana, mentre il 30% lo fa tutti i giorni. Inoltre, si pranza o si cena spesso fuori casa: il 10% lo fa tutti i giorni, mentre il 42% delle persone pranza fuori almeno 2 volte la settimana. Il pasto più comunemente consumato al ristorante, al bar o in ufficio è il pranzo (40%) seguito dalla cena (34%).

    Giuseppe Fatati, presidente della Fondazione Adi e coordinatore scientifico dell’Osservatorio, ha commentato: “Tra le buone abitudini che sembrano essersi perse, il consumo di 5 pasti quotidiani (in particolare spuntino mattutino e merenda) appannaggio solo del 16% della popolazione e il rispetto dei tempi a tavola: un italiano su dieci consuma pasti veloci tutti i giorni e il 49% delle persone lo fa almeno due volte la settimana”.