La dieta per l’abbronzatura perfetta

da , il

    Per avere un’abbronzatura perfetta bisogna seguire la dieta giusta, che non impone un regime alimentare rigido, ma qualche consiglio per sopportare il caldo, acquistare velocemente un aspetto colorito e magari combattere l’eritema. I cibi più abbronzanti sono le carote, gli spinaci e le albicocche. La classifica è stata realizzata dalla Coldiretti nell’ambito di “BIO sotto casa”. Ma ovviamente le indicazioni alimentari legate alla tintarella non si riducono a questi tre prodotti, ma considerano tanti altri elementi molto importanti, come l’importanza dell’apporto vitaminico, dell’idratazione e dell’introduzione di cibi antiossidanti per proteggere la pelle dall’invecchiamento cutaneo causato dal sole.

    La vitamina A per la pelle

    La dieta corretta si fonda sul consumo di cibi ricchi in vitamina A che favorisce la produzione nell’epidermide del pigmento melanina per donare il classico colore ambrato alla pelle. Con il grande caldo, consumare carote, insalate, cicoria, lattughe, meloni, peperoni, pomodori, albicocche, fragole o ciliegie. Ovviamente in cima alla lista ci sono le carote, ricche di carotene, poi c’è il radicchio mentre al terzo si posizionano le albicocche seguite da cicoria, lattuga, melone giallo e sedano, peperoni, pomodori, pesche gialle, cocomeri, fragole e ciliege che presentano comunque contenuti elevati di vitamina A o caroteni.

    I cibi antiossidanti per proteggere dall’invecchiamento

    Il sole invecchia e danneggia il collagene, quindi è importante nutrirsi di cibi antiossidanti. Gli elementi maggiormente ricchi di questi elementi sono sempre quelle vegetali, che hanno tra l’altro il compito di nutrire, dissetare, reintegrare i sali minerali persi con il sudore e rifornire di vitamine. Secondo il recente studio dell’Università di Bristol, per sfoggiare un’abbronzatura perfetta bisogna seguire i principi della dieta mediterranea che indicano il consumo di 5 porzioni al giorno di vegetali che significano 3 frutti grandi e 2 piatti abbondanti di verdura. Non fatevi mancare anche una manciatina di frutta secca o una porzione di cereali integrali, che regalano alla cute un aspetto più luminoso. Inoltre, per scegliere i frutti giusti dovete favorire quelli che contengono come antiossidante il licopene, tipico dei vegetali rossi o viola come ribes, pomodori, pompelmo rosa, anguria, susine, uva rossa e frutti di bosco.

    Gli atri cibi (non vegetali) adatti alla tintarella

    Non tutti amano la frutta e la verdura. Partendo dal presupposto che un piccolo sforzo andrebbe fatto da tutti, non tanto per questioni estetiche ma perché – come dovremmo sapere – i vegetali tutelano soprattutto la nostra salute, esistono anche dei cibi (proteine animali) che fanno bene alla pelle. Quali? Consumate circa 50 grammi al giorno di parmigiano reggiano, caciocavallo oppure pecorino. Potete anche aggiungere un tuorlo dell’uovo. Questi prodotti accelerano l’abbronzatura, anche se tendono a far sudare molto. Cercate sempre di associare anche cibi dissetanti e bevete molto se volete mantenere l’equilibrio corporeo. Per prolungare l’abbronzatura, inoltre, potete anche mangiare latte e pesce, ricchi di omega 3 e 6 e importanti per la formazione di collagene.