La dieta Tisanoreica conquista anche Ornella Muti

da , il

    Ornella_Muti_tisanoreica

    La dieta tisanoreica è da tempo considerata una dieta vip perché sono molti i personaggi famosi che hanno ammesso di tenersi in forma attraverso questo regime dimagrante. L’ultima a prendere parte all’outing è la bellissima Ornella Muti, che negli ultimi anni ha compiuto una sorta di trasformazione: dimostra 20 anni meno. Di recente in un’intervista il figlio, Andrea Facchinetti ha dichiarato: “Mamma vive a dieta da quando ha 15 anni. Ha mangiato macrobiotico per anni, non usa olio né sale e fa tutto il possibile per tenersi in forma. Poi ha scoperto la tisanoreica”.

    La tisanoreica per Ornella Muti

    Ornella Muti ha ritrovato una nuova dimensione: ha cambiato colore di capelli, passando dal castano a un biondo miele che le dona molto, ha riacquistato le curve della sua giovinezza e tutto questo è merito della dieta. Si tratta della tisanoreica inventata da Gianluca Mech, che prevede la riduzione dei carboidrati. Sono molte ormai le testimonial vip. Tra le più note di casa nostra troviamo Valeria Marini e Geppi Cucciari, ma si contano anche Sharon Stone e Charlene di Monaco, che si era rimessa in forma prima delle nozze. Quello che rende speciale questa dieta – considerata da alcuni nutrizionisti poco equilibrata e dannosa quanto e come la Dukan – sta nel fatto che permette di dimagrire senza l’eliminazione di un particolare alimento, ma nel combinarli nel modo opportuno.

    I principi base della tisanoreica

    La tisanoreica si basa sul principio della chetosi per dimagrire. Il nostro corpo usa gli zuccheri come fonte di energia, quando questi però non sono presenti attacca i grassi, che devono essere trasformati in corpi chetonici per dare energia (questa è la chetosi). Secondo la tisanoreica per dimagrire è necessario eliminare o ridurre gli zuccheri. Bisogna quindi cercare di limitare l’assunzione di zuccheri e anche di grassi, senza toccare i nutrienti importanti per il corpo, e lo si può fare assumendo i Pat, che sono cibi creati da Mech appositamente. I Pat sono a basso contenuto di carboidrati e assomigliano a prodotti di largo consumo, come la cioccolata. La dieta si divide su due fasi: un’intensiva di circa 3 settimane, dove si sostengono i carboidrati e di dovrebbero perdere circa 6 chili, e poi quella di stabilizzazione che dura altri 20 giorni. Può essere seguita da tutti, tranne bambini, donne in gravidanza, diabetici e chi ha gravi problemi renali ed epatici.

    Le controindicazioni

    La tisanoreica è una dieta che piace molto perché dà l’impressione di favorire il dimagrimento senza sforzi. Attenzione però perché non è adatta a tutti, come abbiamo detto, e soprattutto non è risolutiva se si hanno davvero molti chili da smaltire. Non bastano 40 giorni per gravi sovrappesi. Inoltre, può causare alitosi, stitichezza, nausea e mal di testa. Ma c’è di più. Oltre a essere pericolosa per alcune persone, già cagionevoli di salute, ha anche degli svantaggi economici: i primi 20 giorni di dieta possono costare circa 300 euro. Certo qualcuno sostiene che l’impegno economico serva a incentivare l’impegno e la fatica fisica. I Pat purtroppo costano abbastanza cari e spesso hanno anche un gusto poco piacevole.