La dieta vegetariana combatte la depressione

da , il

    Dieta vegetariana e depressione

    Se siete un po’ depressi potete aiutarvi con la dieta giusta: sembrerebbe che un regime alimentare biologico sia perfetto per combattere gli stati depressivi, tenuti controllati da elevate quantità di frutta, verdura, funghi e derivati della soia. Credo che i vegetariani possano davvero fare un brindisi, perché i nutrizionisti sono sempre ipercritici rispetto alle loro scelte. Questa teoria nasce dopo un’analisi di test compilati da 500 persone per comprendere le loro abitudini alimentari e relazionarli all’umore. Vediamo insieme quali sono stati i risultati.

    Dopo lo studio, hanno evidenziato tre tipi di dieta: c’è quella classica occidentale basata su una tipica e ricca colazione, quella a base di grassi animali e quella con prevalenza di alimenti vegetali. Confrontando poi i modelli alimentari con i sintomi depressivi, i ricercatori hanno scoperto cose molto interessanti.

    Prima di tutto che un sano modello alimentare giapponese basato sull’utilizzo di alimenti vegetali è stato significativamente associato a una ridotta prevalenza di sintomi depressivi. Il tasso di prevalenza dei sintomi depressivi era ridotto del 44%, rispetto a coloro che seguono una dieta scorretta.

    Ma come è strutturata la dieta Giapponese? Comprende alimenti semplici come carote, zucche, funghi, vegetali a foglia verde, cavoli, cavoli cinesi, ravanelli, rape e altre verdure, tofu, tofu fritto, natto, alghe, patate, frutta, tè verde.