Le fibre possono fare male?

da , il

    Le fibre fanno male? La risposta è sì. Una dieta ricca di queste sostanze può aiutare il colesterolo, però purtroppo può anche causare dei piccoli problemi. La crusca è stata usata per anni per il benessere intestinale, ora una ricerca ha scoperto che non sia per ridurre i dolori e migliorare la funzionalità in caso di colon irritabile.

    Come sempre queste ricerche smontano e rimontano le credenze passate. Talvolta con decenni di ritardo, proprio come questa. Precedentemente alcuni studi avevano già suggerito che la fibra potesse peggiorare i sintomi dei pazienti, ma solo con quest’ultimo, pubblicato sul British Medical Journal, ha chiarito il problema.

    La crusca, insomma, non solo non dà un vantaggio clinico significativo, ma addirittura può essere poco tollerata da chi soffre di intestino irritabile. Sono diversi gli effetti collaterali spiacevoli, dalla costipazione al senso di pesantezza.

    Se siete abituati a fare colazioni abbondanti con le fibre e vi siete accorti di avere dei problemi intestinali, magari contattate il vostro medico. Le fibre vegetali non danno energia, non hanno proprietà nutrienti e non vengono assorbite, ma grazie alle loro proprietà regolatrici sono essenziali per il corretto funzionamento del nostro organismo. Per questo vengono spesso impiegate in caso di stitichezza o irregolarità intestinale.

    Oltre a quanto detto prima se consumate in grosse quantità, possono ridurre l’assorbimento intestinale di principi nutritivi fondamentali per il nostro organismo quali magnesio, calcio, ferro e zinco. Le fibre possono causare inoltre gonfiore intestinale.

    Foto tratte da:

    fysis.it buttalapasta.it

    Dolcetto o scherzetto?