Le mele bruciano i grassi e mantengono basso il colesterolo

da , il

    mela melinda

    Le mele sono un frutto semplice, ma estremamente importante se desiderate perdere peso e mantenere basso il colesterolo. I ricercatori dell’Università dell’Iowa (Usa) hanno scoperto che la buccia di questo alimento contiene un ingrediente in grado di ridurre il sovrappeso (e ovviamente curare l’obesità). Si tratta dell’acido ursolico, che ha la caratteristica di essere in grado di stimolare la formazione di grasso bruno e massa muscolare.


    Le mele bruciano le calorie

    Le mele sono il frutto per eccellenza. Sono mangiate dagli adulti, ma molto apprezzate anche dai bambini. E ora possono diventare un importante alleato della dieta. L’ acido ursolico contrasta l’insorgere del diabete e al tempo stesso favorisce la perdita di peso accelerando il metabolismo. Il dottor Christopher Adams, professore associato di medicina interna, ha spiegato: “A seguito di un precedente studio, sapevamo che l’acido ursolico aumenta la massa e la forza muscolare nei topi sani. Abbiamo testato nuovamente l’acido ursolico sui topi che seguivano una dieta ricca di grassi. Ancora una volta, il composto ha aumentato la massa muscolo-scheletrica, ma ha anche ridotto l’obesità, il pre-diabete e malattia del fegato grasso”.

 La novità più rilevante di questo nuovo studio è stato l’aumento di grasso bruno, che si pensava fosse un’esclusiva dei neonati ed è davvero fondamentale per tenere alla larga i problemi di peso. Ricordiamo poi che la mela è ricca anche di pectina, una fibra solubile molto importante, soprattutto per regolarizzare le funzioni intestinali.

    Con le mele, colesterolo più basso

    C’è però di più. Ulteriori studi hanno dimostrato che se le mele vengono inserite in un valido programma dietetico sono in grado di mantenere basso il colesterolo . Quando vanno mangiate? Molte persone aspettano la fine del pasto, mentre sarebbe decisamente più opportuno iniziare il pranzo o la cena, con una mela. Toglierà la fame e intanto sazierà un pochino. Per questo motivo la consigliamo, per esempio, anche in insalata. La mela, inoltre, è d’aiuto per curare la colite. La quantità di polifenoli presenti nel frutto sembrano essere in grado di sopprimere le cellule T (che svolgono un ruolo importante nel sistema immunitario) e migliorare le coliti. David W. Pascual, ricercatore del Dipartimento di Immunologia e Malattie Infettive presso il Montana State University di Bozeman, ha commentato: “I nostri risultati mostrano che un prodotto naturale che si trova nella buccia della mela può sopprimere l’infiammazione del colon contrapponendosi alle cellule T infiammatorie al fine di migliorare la resistenza contro le malattie autoimmuni”.