Magre a tutti i costi: il rituale che porta all’anoressia

da , il

    diete vip magre a tutti i costi

    Il viale che porta all’anoressia è più breve del previsto. Sono molte le donne che cercano di essere magre a tutti i costi, limitano la loro dieta, evitando dolci, fritti, non bevono alcolici e spesso vomitano ciò che mangiano. Fabiola De Clercq, fondatrice di Aba (Associazione per lo studio e la ricerca sull’anoressia: www.bulimianoressia.it), ha dichiarato: “Così il 50% delle nostre pazienti, circa 3 mila l’anno in tutta Italia, si affida a un rituale pericolosissimo: mangiano, vomitano, bevono alcolici e sniffano cocaina. Tutto pur di essere magre come adolescenti”.

    La mania del peso ormai non tocca più solo le donne di una certa età, ma anche le ragazzine e qualche maschietto. Sono ancora dei bambini e sono già ossessionate dal loro corpo, dalla loro bellezza. L’associazione Aba conta, ogni anno, circa 3.000 chiamate. Il numero verde è 800165616. “In Italia c’è una vera epidemia di anoressia e bulimia. Una situazione ben peggiore, ad esempio, rispetto a quella che vedo anche in questi giorni in Franca. Forse perché tradizionalmente le donne francesi sono state da sempre più attente alla linea e alla cura di sé”.