Mantenere fresco e leggero il cibo in estate

da , il

    I congelati

    Non tutti saranno felici, ma finalmente il caldo è arrivato e con lui anche l’estate. Per questo motivo oggi vorrei soffermarmi sulla conservazione del cibo. È un argomento che abbiamo ripreso in diverse occasioni. Il ministero del lavoro e della salute ha approntato un vademecum per comprare e conservare correttamente i cibi per evitare gastroenteriti e intossicazioni alimentari. Insomma, va bene essere a dieta, ma la cosa migliore è mangiare in modo sano. Non acquistiamo cibo da ambulati abusivi: per esempio pesce di dubbia provenienza da persone sulla spiaggia (almeno chiedete quando è stato pescato e annusatelo), latte non pastorizzato e magari tenuto al caldo, ecc.

    Evitate le confezioni rotte, danneggiate o confezioni di prodotti congelati con brina. I cibi refrigerati e congelati vanno acquistati quando si è ormai prossimi alle casse per evitare che si scaldino e/o scongelino.

    La spesa va portata a casa il prima possibile evitando di lasciare le buste nella .

    La frutta e la verdura vanno conservati negli scomparti meno freddi e la frutta non va messa in frigorifero dopo il lavaggio per evitare di aumentare il tasso di umidità nel frigo che può favorire la crescita di muffe e batteri.

    Il frigorifero non va nemmeno riempito troppo o potrebbe non raffreddare bene. Gli alimenti vanno consumati subito dopo la cottura evitando di lasciarli a temperatura ambiente oppure conservarli correttamente in frigorifero. Preferite le verdure crude e i piatti leggeri, in estate dovete integrare i liquidi e favorire la digestione. Questa deve essere una regola da tener presente se volete dimagrire.

    Foto tratta da .wordpress.com