Nutrizione entrale chetogena per le spose

Nutrizione entrale chetogena per le spose
da in Alimentazione Squilibrata, Dieta Dimagrante, Nutrizione entrale chetogena
Ultimo aggiornamento:

    dieta sposa nutrizione enterale chetogena

    Dimagrire prima del grande giorno? Per molte spose è una missione molto seria che affrontano con tutti i mezzi a loro disposizione. La nuova moda delle spose USA è la NEC, ovvero la Nutrizione Enterale Chetogena, un programma messo punto dal dott. Gianfranco Cappello, professore di Chirurgia generale all’Università La Sapienza di Roma. Conosciuta anche come la dieta del sondino, è un metodo decisamente invasivo che si basa sulla chetogenesi, ovvero quando il nostro corpo viene privato degli zuccheri necessari: in questo modo si costringe l’organismo a bruciare grassi di scorta e a dimagrire. Per seguire questa dieta, per 10 giorni dovrete bere un liquido da ingerire con un sondino naso gastrico da indossare sempre.

    Negli Stati Uniti, dove il matrimonio è il traguardo della vita per moltissime donne, la Nutrizione Enterale Chetogena sta avendo un grande successo soprattutto per le sposine che vogliono perdere molti chili prima del sì e che non rinunciano ad essere bellissime nel loro abito taglia 42. Si tratta di una dieta che spopola nelle cliniche private americane, dove alle pazienti viene applicato il sondino naso gastrico per dieci giorni, prima della prova dell’abito. I nutrizionisti sono però molto scettici sull’applicazione di questo metodo per fini estetici. Andrea Ghiselli, ricercatore dell’INRAN (Istituto nazionale Ricerca Alimenti e Nutrizione) di Roma ha infatti sottolineato che “non è una vera dieta: si chiama NEC, nutrizione entrale chetogena, ed è un trattamento per cui l’organismo sottoposto a restrizione dei carboidrati perde peso”. Non si tratta di una dieta pericolosa in sé ma assolutamente poco utile per dimagrire a lungo termine perché una volta tolto il sondino si possono recuperare molto velocemente i chili persi.

    Il liquido che dovrà essere ingerito è composto da calcio, potassio, sieroproteine del latte, fosforo, sodio e magnesio. Una dieta da molti già definita miracolosa perché i risultati si vedono in soli 10 giorni. Si tratta comunque di una dieta totalmente liquida perché, oltre alla soluzione che si assume con il sondino si possono bere solo acqua, tè e caffè senza zucchero e camomilla. Le testimonianze sono davvero incredibili: chi ha perso 17 chili in poco tempo o chi ha detto addio a ben otto chili e mezzo in dieci giorni!

    L’inventore di questo metodo è il dott. Gianfranco Cappello, professore di Chirurgia generale all’Università La Sapienza di Roma. “Abbassando il glucosio nel sangue, costringiamo l’organismo a bruciare grassi, ottenendo una rapida perdita di peso”. Come spiega il professore però, questa dieta è nata per aiutare gli obesi che dovevano perdere molto peso prima di un’operazione ed è altamente sconsigliata per fini puramente estetici “Sono un chirurgo. Mi occupavo di obesi che dovevano dimagrire prima di un’operazione e, solo cinque anni fa, la figlia di una paziente mi ha suggerito di applicare questo metodo”. Come potrete ben intuire però, questa dieta ha anche dei lati negativi. La Nutrizione Enterale Chetogena infatti non insegna assolutamente alle persone come mangiare correttamente anche perché, dopo 10 giorni di sondino, solitamente le persone ricominciano l’alimentazione di sempre.

    594

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN Alimentazione SquilibrataDieta DimagranteNutrizione entrale chetogena

    Speciale Pasqua

     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI