Obesità infantile, tenere lontani i bambini dal junk food

da , il

    junk food obesità infantile

    L’obesità infantile purtroppo sta dilagando e alla base c’è il consumo di cibo in modo sregolato, soprattutto di junk food ricco di grassi e zuccheri. È importante che i bambini siano tutelati a tavola e questo compito spetta soprattutto ai genitori, che devono abituarli fin da subito a non esagerare con il sale e a mangiare tanta frutta e verdura, perché già all’età di 3 anni manifestano la predilezione per cibi ipercalorici e preconfezionati. Questo è quanto suggeriscono gli esperti dell’Università dell’Oregon Lundquist College of Business.

    Da cosa dipende questa predilezione? Prima di tutto il gusto si costruisce con l’abitudine, di conseguenza l’esposizione sicuramente aiuta. Il consumo di cibi da fast-food e delle relative bevande induce i bambini a desiderare alimenti con maggior contenuto di zucchero, grassi e sale.

    Bisogna quindi imparare a cucinare, non perché non lo si sappia fare, ma perché si è diffusa l’abitudine di mangiare tutto pronto: per esempio gli omogeneizzati possono essere prodotti in casa (passati di verdura molto dolci sono ideali per i bambini). Così come un frullato di mela o magari una mela cotta e schiacciata con la banana è meglio di omogeneizzato di frutta.

    Poi bisogna imparare a leggere le etichette: solo così possiamo renderci conto di quanti grassi, conservanti, zuccheri in più vengono aggiunti al nostro cibo.