Olio di Argan, l’oro liquido della cucina

da , il

    È considerato oro liquido perché ha delle proprietà che lo rendono un alimento importante nella dieta delle persone e per la cura della pelle. Sto parlando dell’Olio di Argan, molte di voi lo conosceranno di sicuro. Negli anni è divenuto di moda per doversi usi.

    Dal punto di vista nutrizionale l’olio di Argan ricalca le caratteristiche del nostro olio d’oliva. Grazie a tale somiglianza incorpora tutti i benefici propri del condimento tipico della dieta mediterranea. Tiene sotto controllo i livelli di colesterolo cattivo (LDL), è un importante antiossidanti.

    Grazie al ridotto contenuto di acidi grassi polinsaturi si conserva abbastanza bene e, se non fosse per l’elevato costo, potrebbe essere anche utilizzato per le fritture. Il costo? È molto caro superare i 50 euro al litro.

    La pianta che dà il frutto da cui si ricava l’olio, l’Argania Spinosa, è necessaria all’equilibrio biologico del territorio marocchino perché impedisce l’avanzamento della desertificazione. L’Olio di Argan è realizzato con un processo davvero laborioso: un gruppo di donne berbere della Cooperative Femminine Bouzama di Essaouira, un villaggio del Marocco affacciato sull’Oceano Atlantico, lo estrae a mano con tecniche tradizionali.

    Domani non perdete un pomeriggio dedicato a questo prodotto. L’obiettivo dell’incontro è diffondere la conoscenza dell’olio e sostenere il lavoro del villaggio berbero, il problema della desertificazione. L’evento sarà ospitato da La Casa Internazionale della Donna di Roma.

    Foto tratte da

    thepolloweb.blogspot.com benesserespeziato.it gastronomia-online.com