NanoPress Allaguida Pourfemme Tecnocino Buttalapasta Stilosophy Tantasalute DesignMag QNM MyLuxury

Pan di zenzero, ricetta light per Natale

Pan di zenzero, ricetta light per Natale
da in Cucinare light, Ricette Light
Ultimo aggiornamento:

    pan di zenzero

    I pan di zenzero sono una ricetta classica per realizzare dei buonissimi biscotti da proporre durante le feste natalizie. I “gingerbread” sono dei biscotti originari dei paesi anglosassoni, e tipicamente vengono preparati per Natale, dalla caratteristica forma di omino, decorati con glassa di zucchero e appesi all’albero. Essendo particolarmente speziati, questi biscotti non sono solo deliziosi, ma fanno anche bene al nostro corpo.

    Zenzero, cannella, chiodi di garofano e noce moscata. Queste sono le spezie che servono per realizzare dei buonissimi pan di zenzero. Vediamo nel dettaglio le proprietà di queste profumatissime spezie.

    Lo zenzero è una spezia dalle mille proprietà benefiche. Nei periodi più freddi, lo zenzero è perfetto per lenire piccoli disturbi come tosse, mal di gola, naso chiuso e raffreddore. In generale, lo zenzero può servire per alleviare disturbi di varia origine, come mal di testa, dolori mestruali, dolori articolari e dolori muscolari. Perfetto per curare disturbi legati all’apparato digerente come fatica a digerire, nausea e vomito, dolori addominali, crampi, gonfiore e meteorismo.

    La cannella vanta diverse virtù utilissime al nostro organismo, oltre ad essere buonissima e profumatissima. La cannella, come lo zenzero, è una spezia da non farsi mancare durante l’inverno. La sua forte azione antibatterica, non solo allevierà tosse e mal di gola, ma combatterà dall’interno i virus e i batteri che portano l’influenza. Inoltre regola il livello di zuccheri nel sangue abbasando la formazione di colesterolo cattivo, migliora la circolazione sanguigna, stimola le funzioni cerebrali e la memoria e, grazie alla sua ricchezza di fibre, si rivela utile in caso di costipazione.

    Diverse sono le qualità che caratterizzano i chiodi di garofano, ma la più famosa è l’azione analgesica. Grazie alle sue sostanze nutritive, i chiodi di garofano sono in grado di lenire diversi disturbi come mal d testa, mal di stomaco e mal di denti.

    Inoltre vantano proprietà antisettiche, antibatteriche, digestive, antiossidanti, afrodisiache e particolarmente indicati in caso di forte inappetenza. Nei mesi invernali i chiodi di garofano sono utili in caso di asma, bronchite, reumatismi e sinusite.

    La noce moscata è una spezia di origine indiana ed ha la capacità di dare un “tocco in più” a qualsiasi pietanza. Nella medicina tradizionale, la noce moscata viene utilizzata come antibatterico, antimicotico e antidepressivo. Nella medicina ayurvedica e in quella cinese, viene impiegata per curare patologie legate al sistema nervoso e all’apparato digerente. Inoltre vanta una forte azione depurativa su fegato e reni, liberando l’organismo da scorie e tossine attraverso la minzione.

    350gr di farina 00 Bio
    60gr di zucchero di canna grezzo
    150gr di burro chiarificato (ghee)
    1 uovo
    150gr di miele
    1 pizzico di sale
    1 cucchiaino di cremor tartaro (o bicarbonato 1/2)
    1/2 cucchiaino scarso di cannella polvere
    1 cucchiaino scarso di zenzero polvere
    1/4 di cucchiaino di chiodi di garofano polvere
    una grattata di noce moscata

    1. In una ciotola setacciate la farina con lo zucchero.
    2. Aggiungete le spezie e il cremor tartaro e il burro tagliato a tocchetti.
    3. Aggiungete il miele e impastate fino a ottenere un composto friabile. Unite anche l’uovo e impastate ancora fino a ottenere una palla omogenea.
    4. Avvolgete l’impasto nella pellicola trasparente e mettetelo in frigorifero per circa 2 ore.
    5. Stendete l’impasto con un mattarello fino ad ottenere uno spessore di 4 mm.
    6. Con lo stampino apposta ricavate i biscotti, disponeteli su una teglia rivestita con carta forno e cuocete in forno caldo a 180° per circa 10-12 minuti, fino a che saranno dorati in superficie.
    7. Sfornate e lasciate raffreddare.

    759

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN Cucinare lightRicette Light
    PIÙ POPOLARI