Pausa pranzo e dieta: cosa mangiare?

da , il

    Pausa pranzo

    Come conciliare la pausa pranzo fuori casa con la dieta? E’ possibile o dobbiamo per forza cedere al malefico richiamo delle macchinette che distribuiscono merendine e schifezze varie? Assolutamente no! Ovviamente tutto andrà pianificato in base al tempo che avete a disposizione per la pausa pranzo e soprattutto dove lavorate. Se il vostro ufficio è nel centro città non vi sarà difficile individuare un bar o un ristorante dove servono piatti leggeri e sani. Ottima alternativa da non sottovalutare è anche il sushi: leggero e sano, il pesce crudo è sempre ottimo e fa bene.

    Se invece non lavorate in centro e vi ci vorrebbe troppo tempo per spostarvi, vi consiglio di prepararvi tutto il necessario per il pranzo la sera prima. Andrà benissimo un’insalata, con del pane e magari della carne, una pasta fredda ma anche minestre che potrete riscaldare direttamente in ufficio. Per comodità lasciate sempre a disposizione dei condimenti e magari anche piatti e posate di plastica.

    Per quanto riguarda i ristoranti e i bar dovrete stare un po’ attente: capita spesso infatti di alzarsi dalla scrivania con una gran fame e, arrivati a destinazione, di non riuscire a trattenersi e ordinare i piatti più sfiziosi ma anche più grassi e meno sani.

    A questo proposito risulta fondamentale la colazione: ovviamente se la mattina prendete solo un caffè al bar, è chiaro che, arrivate all’una avrete una gran fame. Ricordate sempre anche di spezzare la mattinata con uno yogurt o con un frutto che vi aiuteranno a diminuire i morsi della fame.

    Per una volta va benissimo anche una coppa di gelato per pranzo o un piatto freddo accompagnato da una macedonia. Oltre alla linea, ricordate che piatti troppo pesanti non vi consentono di concentrarvi nel pomeriggio, provocando stanchezza e sonnolenza.