Per dimagrire bisogna imparare a pensare da magre

da , il

    pensare-da-magre

    Incredibile ma vero, per dimagrire moltissimi psicologi suggeriscono che è fondamentale imparare a pensare da magre. Il primo fatale errore delle persone in sovrappeso è proprio lo stress dovuto alla dieta, non c’è niente di peggio per ostacolarla! I “grassi” tendono inoltre a confondere la fame con il semplice desiderio di mangiare, cascando in tentazione molto più spesso dei magri. Ma non è finita qui, leggendo quanto segue scoprirete tutti gli errori più comuni delle persone in sovrappeso e i metodi per dimagrire pensando da magre.

    Consigli per pensare da magre

    Le persone con qualche chilo di troppo tendono spesso a confondere la voglia di cibo con la fame vera e propria, i magri distinguono più facilmente le due cose e riescono quindi a stare molto più tempo senza cibo. Ciò è dovuto alla loro abitudine di mangiare solo durante i pasti, che li fa resistere maggiormente alle tentazioni. Un altro errore dei “grassi” consiste nell’indugiare sul cibo, cosa che i magri non fanno quasi mai. Anche uno scorretto modo di pensare durante i pasti può rivelarsi controproducente per perdere peso. Le persone magre solitamente smettono di mangiare non appena si sentono sazie, cosa che spesso non accade nelle menti dei grassi. Accade infatti che le persone in sovrappeso mangino di più per evitare di aver fame più tardi oppure perchè il cibo ha un sapore particolarmente gradevole. Pensano spesso in maniera ossessiva ai pasti successivi e non si concentrano sul momento presente, regola base per chi vuole intraprendere una dieta con successo.

    Suggerimenti per dimagrire cambiando modo di pensare

    Altro consiglio importante per chi vuole perdere peso cambiando modo di pensare consiste nel prestare molta attenzione a ciò che si mangia e alle relative quantità. I magri fiutano meglio il grasso nei cibi e quando si accorgono di aver esagerato si sentono spesso appesantiti, cercano quindi di ridurre le portate del pasto successivo o di cambiarle, optando per cibi meno calorici. Va infine assolutamente evitato il consumo di cibo per ragioni psicologiche, ovvero mangiare per confortarsi. Che si mangi per tristezza, felicità, noia, poco importa, è comunque un atteggiamento sbagliato, che porta inevitabilmente a consumare più cibo del dovuto. E’ meglio distrarsi con altro, cosa che i magri ben sanno: fare per esempio una passeggiata, leggere un libro, guardare un film, dedicarsi ad un hobby appassionante. Infine ricordate che lo stress fa ingrassare, cercate quindi di non porvi obiettivi impossibili e di mangiare bene piuttosto che poco!