Pet Therapy per curare anoressia e bulimia

Pet Therapy per curare anoressia e bulimia
da in Anoressia, Bulimia, Disturbi Alimentazione
Ultimo aggiornamento:

    Avere un animale e prendersi cura di lui è terapeutico per molte persone: gli anziani, i single, le coppie in crisi e anche nei casi di anoressia e bulimia. I disturbi alimentari, infatti, sono legati alla solitudine, alla mancanza di attenzione e avere accanto un cucciolo può spingere al nutrimento e a sentirsi più amato.

    I ragazzi, in modo particolare gli adolescenti, sono le principali vittime di anoressia e bulimia. Accogliere in famiglia un animale è un sacrificio per tutti, potrebbe però voler dire anche responsabilizza il padrone. I cuccioli sono come dei bambini danno affetto e hanno bisogno di coccole incondizionatamente, devono essere puntuali nell’ora della pappa e hanno bisogno di cure, perché non si ammalino.

    Avare l’obbligo di accudire un altro essere vivente può essere una scossa per aiutare se stessi.

    Inoltre, sono fonti di emozioni positive, calore e affetto. Gli animali, che generalmente si preferiscono, sono cani e gatti, perché sono quelli che legano di più con il padrone e con cui si stabilisce un feedback.

    I cani per la loro vivacità sono anche di stimolo a combattere la sedentarietà (o l’isolamento domestico) perché si ha l’obbligo di portarli fuori e di giocare. Mentre i gatti sono molto adatti anche a chi ha disturbi d’ipertensione o nervosi. Secondo studi americani, accarezzarli favorisce il rilassamento, per questo in caso di anoressia e bulimia nervosa sono una manna, oltre a essere poco ingombranti in un ambiente piccolo.

    289

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN AnoressiaBulimiaDisturbi Alimentazione
     
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI