Pierre Dukan radiato dall’ordine dei medici: nuovi guai e nuove denunce di pazienti

da , il

    polpo pierre dukan

    Pierre Dukan, l’inventore della dieta che porta il suo nome, dopo essere stato radiato dall’ordine dei medici, è anche stato citato in giudizio da una sua ex paziente. Alla donna infatti era stato prescritto per lungo tempo un farmaco anti-fame che poi si è invece scoperto essere un farmaco per il diabete. Non finisco i guai per Dukan dopo che, pochi giorni fa, aveva deciso di rilasciare un’intervista in cui si difendeva dalle accuse che gli erano state mosse da nutrizionisti e medici di tutto il mondo. La dieta Dukan è infatti un regime alimentare molto discusso ma diventato famoso anche grazie a vip come Kate Middleton che si è rivolta al nutrizionista francese per dimagrire prima delle sue nozze.

    La dieta dukan è una dieta molto discussa ed estremamente diffusa. In Italia, è arrivata con il matrimonio della casa reale inglese: Kate Middleton per indossare l’abito bianco aveva deciso di perdere qualche chilo e si è affidata al regime studiato da Pierre Dukan. Da quel momento il nutrizionista francese è diventato famosissimo e tutte le donne (o quasi) hanno scelto la sua dieta per dimagrire. Non sono altrettanto felici i medici di Parigi, infatti, l’ordine ha pensato di procedere con una sospensione e con la successiva radiazione per quella che è stata definita una condotta anti-deontologica.

    Pierre Dukan denunciato da una paziente

    Aggiornamento del 19 giugno 2012

    Nuovi guai in vista per il guru delle diete Pierre Dunkan che è stato denunciato da una donna dopo averle prescritto un farmaco molto pericoloso. Per farla dimagrire infatti, Dukan, le avrebbe prescritto il farmaco Mediator, un antidiabetico, taglia-fame. Dopo sua richiesta, Dukan è stato radiato dall’Ordine dei medici ma dovrà comunque rispondere a questa nuova accusa. Il farmaco è stato prescritto ad una donna 70enne con problemi cardiaci, fino al 2009, anno in cui il medicinale è stato ritirato dal mercato. La cosa più grave è che Dukan non avrebbe richiesto alla donna alcun esame del sangue o cardiovascolare.

    Pierre Dukan si difende dalle accuse

    Aggiornamento del 5 giugno 2012

    Dopo le accuse arrivate da tutto il mondo, Pierre Dukan ha deciso di difendersi e di affermare con sicurezza che la sua dieta non fa male. Quello di Dukan è un business senza precedenti costruito grazie a dieci milioni di libri venduti, un sito a pagamento di coaching per seguire la sua dieta e una linea di prodotti che porta il suo nome. In una recente intervista rilasciata a Repubblica, ha detto senza mezzi termini: “la verità è che sono gelosi: l’ultimo pretesto per attaccarmi è stato il libro nel quale propongo centoventi misure per lottare contro l’obesità”. Ha infatti fatto scandalo la proposta di premiare gli studenti più magri con voti più alti rispetto agli studenti un po’ cicciottelli. Secondo lui invece, questo sarebbe uno stimolo importantissimo per combattere l’obesità tra i giovani ed inserire l’educazione alimentare tra le materie scolastiche non differisce molto dalla scelta di insegnare educazione fisica o educazione sessuale. Dukan fa dell’ironia sulle molte critiche che ha ricevuto: “Uno psichiatra mi ha denunciato perché le mie diete provocano un trauma psicologico perché vietano i cioccolatini”. Dopo vari procedimenti a suo carico è stato lo stesso Dukan a chiedere di essere radiato dall’albo dei medici che definisce un “organismo corporativo che non riconosce la libertà di espressione”. Secondo Dukan la sua dieta non sarebbe affatto squilibrata e si difende portando alcuni esempi: “Gli eschimesi mangiano verdure solo sei mesi all’anno e nelle tribù masai non ne consumano mai. La fase d’attacco dura solo 4 o 5 giorni, nelle fasi successive le verdure e gli altri alimenti vengono reintegrati”.

    Ecco perchè e come Pierre Dukan è stato radiato

    Pierre Dukan è così stato radiato dall’albo medici dopo le accuse di imprudenza estrema nelle sue dichiarazioni e di avere esercitato la medicina come un mestiere. Solo il suo libro, “Je ne sais pas magrir” (Non so perdere peso), ha venduto 4,5 milioni di copie solo in Francia. La sua dieta, considerata pericolosa e poco salutare è diventata la mania del momento. Inoltre, qualche tempo fa, Pierre Dukan aveva pensato di inserire nei menù delle scuole superiori la dieta Dukan per sconfiggere l’obesità. L’idea dello “scienziato” consisteva nel dare un punteggio più alto all’esame di maturità a quei ragazzi che avevano mantenuto un indice di massa corporea (BMI) compreso tra 18 e 25. È questa la fascia considerata “normopeso”. Secondo Dukan, con questo trucchetto i ragazzi sarebbero maggiormente incentivati a dimagrire. È ovviamente un’operazione fallimentare e diseducativa: da un lato si premiano gli studenti non per merito, ma per il loro peso, dall’altro i ragazzi obesi sarebbero discriminati. Ma c’è di più. Secondo il Consiglio dei medici questa proposta violerebbe l’articolo 13 del codice deontologico della professione. In che modo? Un medico oltre a essere responsabile della terapia, lo è anche delle ripercussioni psicologiche che potrebbe avere. Va infatti tenuto conto che i ragazzi con meno 19 anni sono estremamente influenzabili e potrebbero sentirsi costretti a un dimagrimento forzato, pur di ottenere qualche punto in più al diploma, magari entrando nel vortice di qualche disturbo alimentare come l’anoressia. Il dottor Dukan, negli ultimi anni, ha trasformato la sua professione in un vero business. L’Ordine dei medici lo ha quindi accusato di non aver rispettato “il codice etico, secondo cui un medico deve essere prudente nelle sue affermazioni pubbliche”. Una decisione giusta anche secondo il professor Michele Carruba, direttore del Centro di studio e ricerca sull’obesità dell’Università di Milano: “La dieta iperproteica – dice Carruba – fa perdere peso perchè produce un accumulo di corpi chetonici, e questo provoca nausea e riduce l’appetito. Le persone a questo punto non mangiano perchè hanno disgusto del cibo, inoltre i corpi chetonici sono dannosi per i reni e alla lunga possono procurare danni reali. Bisogna essere cauti nel prescrivere questa dieta a pazienti obesi, che hanno un rischio maggiore di problemi rispetto a pazienti normali”.

    I principali danni della Dieta Dukan


    La Dieta Dukan è un regime altamente iperproteico e come tale tende a selezionare in modo costrittivo gli alimenti da consumare. Sul sito del regime potete trovare numerose ricette e vengono consigliati tanti cibi differenti, in realtà non è propriamente vero: che siano fettine di tacchino, spezzatino di tacchino, arrosto di tacchino, sempre di tacchino si sta parlando. Quindi il dimagrimento con questo regime è ovviamente a scapito di una dieta sana e varia. È inoltre un programma povero di apporto vitaminico e di sali minerali, consumare troppe proteine, soprattutto animali, favorisce le malattie cardiovascolari e l’innalzamento del colesterolo. Inoltre, dà problemi di digestione, stitichezza e alitosi. Ricordiamo poi che è bene evitarla durante la gravidanza. Infine, c’è un’ultima questione. La Dieta Dukan fa perdere peso in tempi ragionevolmente brevi, ma non è assolutamente provato che poi questi chili non vengano recuperati velocemente. Secondo lo studio dell’endocrinologo Boris Hansel, il 35% delle donne avrebbe ripreso i chili persi dopo neanche un anno, il 64% dopo due e l’80% delle pazienti ingrasserebbe di nuovo dopo tre anni. Nessuna differenza rispetto alle altre diete tradizionali. Insomma, è proprio come una dieta normale, cui però bisogna aggiungere numerosi svantaggi (per la salute). Ma ne vale la pena?

    Foto publicdomainpictures.net