NanoPress Allaguida Pourfemme Tecnocino Buttalapasta Stilosophy Tantasalute DesignMag QNM MyLuxury

Plank, l’esercizio per gli addominali che funziona: come farlo senza errori

Plank, l’esercizio per gli addominali che funziona: come farlo senza errori

Avete mai provato a resistere per qualche minuto con il plank? Il plank è l'esercizio per gli addominali che funziona davvero perché tonifica, scolpisce e snellisce tutto il corpo. Ecco tutti i consigli per eseguire il plank senza errori così potrai iniziare subito la tua plank challenge per dimagrire in 30 giorni.

da in Esercizi per dimagrire, Fitness, Sport
Ultimo aggiornamento: Venerdì 05/05/2017 17:43

    Sapete che esiste un esercizio così efficace da tonificare quasi tutto il corpo? Si chiama plank ed è un esercizio per gli addominali che fa dimagrire e che sta acquisendo sempre più successo e popolarità tanto da inserirsi in numerosissimi allenamenti grazie ai benefici che apporta al fisico. Si tratta di un esercizio che si concentra sul lavoro addominale ma, al contempo, permette di attivare quasi tutti i muscoli del corpo diventando così un vero alleato per tonificare e perdere peso. Ma come funziona il plank e come farlo senza errori? Ecco nel video tutti i consigli per inserire il plank nel tuo allenamento. (foto Instagram)

    plank esercizio

    Ecco nel video l’esecuzione corretta del plank con i consigli e i passaggi per eseguirlo senza commettere errori. Sdraiatevi prone per terra, ossia con l’addome rivolto verso il pavimento, successivamente piegate i gomiti formando un angolo retto in linea con le spalle e sollevate il corpo da terra tenendo quindi solo puntati gomiti e punte dei piedi. Il risultato dovrà essere una linea retta dalla testa ai talloni senza inarcare schiena o sollevare il bacino. La sfida? Mantenere la posizione per più secondi possibile. Il trucco? Tenete l’addome fortissimo pensando di risucchiare l’ombelico verso la colonna così non forzerete gli avambracci e comprimere i glutei. Ciò rende il plank un esercizio straordinariamente efficace per dimagrire. (foto Instagram)

    Melissa Satta plank

    Per evitare di commettere errori svolgendo l’esercizio plank ecco alcuni consigli. I gomiti, o i palmi delle mani se preferite mantenere le braccia tese, dovranno essere in linea con le spalle, il peso del corpo leggermente in avanti e la schiena deve essere perfettamente dritta, specialmente il bacino che non dovrà mai essere più alto rispetto alla schiena ma nemmeno più basso. Le gambe poi dovranno essere dritte e, per aumentare l’attivazione e la tonificazione dei muscoli della parte inferiore, dovrete sempre comprimere i glutei. Un consiglio? Seguite Melissa Satta su Instagram o le altre vip fitness addicted!

    federica fontana gymball

    Ma quali sono i benefici del plank? Prima di tutto otterrete finalmente il ventre più piatto con addominali scolpiti in poco tempo. Quali sono i risultati del plank? Questa posizione permette di far lavorare in modo straordinariamente efficace tutti i muscoli addominali alti, inferiori e laterali. Con il plank potrete poi ottenere gambe più toniche, glutei più sodi nonché schiena e spalle più forti.

    Melissa Satta esercizio plank

    Quanto conviene svolgere il plank per ottenere benefici per il corpo? Se siete principianti e provate il plank per le prime volte optate per un approccio più graduale cercando di mantenere la posizione anche solo per una ventina di secondi, riposare per un minuto e mezzo e poi riprendere la posizione per tre serie. Poi, gradualmente, potrete aumentare la durata perché il plank non è altro che una sfida contro se stessi. Se siete invece più allenate potrete cercare di mantenere la posizione anche per più minuti. Come resistere al plank? A questa domanda dovrete rispondere con la vostra forza!

    Elena Santarelli plank

    Se il vostro obiettivo è intensificare ancor di più l’esercizio plank allora aggiungete alcuni movimenti. Il più comune è quello di alternare la posizione delle mani e dei gomiti. Come? Dal plank portate il peso del braccio dal gomito sul palmo della mano e fate lo stesso con l’altro braccio per poi riportare il peso sul gomito e così via. In questo modo intensificherete ancor di più il lavoro degli addominali e delle braccia. Un altro esercizio plank potrebbe essere quello di spostare il peso solo su un braccio mentre vi impegnate di spostare l’altro in avanti e di lato per poi procedere con l’altro braccio. Infine, ma le possibilità sono moltissime, potrete invece intensificare il lavoro della parte inferiore (addominali bassi e gambe) improvvisando per qualche secondo una corsetta sul posto o una marcia mantenendo sempre la posizione corretta del plank proprio come Elena Santarelli nel suo scatto da Instagram.

    plank allenamento

    Abbiamo scoperto come eseguire correttamente il plank e quali sono gli esercizi più efficaci per il fisico. Ma come inserire il plank nel proprio allenamento? Se siete molto allenate aggiungete il plank al vostro workout cardio, quindi per esempio al termine di una corsa così combinerete attività bruciagrassi e di tonificazione con un mix perfetto per il fisico. Alternate i diversi esercizi che si possono effettuare dalla posizione tradizionale così allenerete tutto il corpo: aumentate i battiti per bruciare più calorie con il plank correndo sul posto o portando le ginocchia al petto alternate così stimolerete anche gli addominali obliqui.

    plank challenge

    Non vi resta che iniziare immediatamente a pensare alla prova costume con la tabella di allenamento plank per mettervi in forma in un solo mese. Intravederete benefici sull’addome già dopo i primi giorni perché il plank è uno degli esercizi più efficaci per dimagrire la pancia in una settimana. Iniziate subito la vostra challenge con il plank per 30 giorni: vi basteranno cinque minuti, 300 secondi ogni giorno e vedrete che risultati. Oltre ad avere un addome più scolpito riscontrerete anche benefici su tutto il corpo dalle braccia alle gambe.

    1204

    PIÙ POPOLARI