Ricette light, come friggere in modo leggero

da , il

    Come tutte le cose che fanno male, il fritto è buonissimo. Un misto di pesce, le verdure in pastella, i dolci. Davvero da leccarsi i baffi. Oggi cerchiamo di capire come rendere leggero un fritto e di conseguenza meno unto e pesante. Ogni tanto, se non abbiamo il colesterolo alle stelle, possiamo anche concedercelo perché questo tipo di cottura ha anche delle qualità. Intanto si conservano molto bene i principi nutritivi degli alimenti, perché vengono poco cotti e ad alte temperature. E poi, se togliamo i vari oli di semi, e ci concentriamo su quello d’oliva, sappiamo che è il condimento migliore anche per la nostra salute.

    Qualche segreto: perché il fritto sia poco unto e croccante, l’olio deve essere molto caldo (deve fare le bollicine). Ovviamente non superate il punto di fumo o anche lui è destinato a bruciarsi e a diventare indigesto.

    Una volta fritto il nostro alimento (deve stare nell’olio il tempo necessario da dorarsi) va asciugato nella carta apposita, per eliminare un po’ d’unto. Inoltre, se non dovete andare subito in tavola, passatelo in forno (ventilato a 180°). È ottimo per far mantenere il fritto la sua consistenza, altrimenti tende a inumidirsi e a diventare gommoso.

    Mi raccomando se usate la friggitrice o dovete friggere per molte persone, periodicamente l’olio va cambiato. Intanto perché mantenendosi ad alta temperatura, perde le sue proprietà, poi perché gli alimenti colano i loro grassi durante le cotture, appesantendo l’olio.

    Foto tratte da

    piucucina.i

    asiagofood.it

    trapaninostra.it

    dietaland.com

    cookaround.com