Semi per dimagrire, quali sono e come usarli

I semi in generale regolano il metabolismo e per questo il loro consumo è indicato per chi vuol dimagrire. Dai semi di lino, a quelli di canapa, alla chia e quelli di girasole: ottimo è mangiarli crudi mescolandoli negli alimenti. Sono diuretici perché stimolano la funzione renale, evitando la ritenzione idrica e facendoci sentire la sazietà.

da , il

    Semi per dimagrire, quali sono e come usarli

    I semi sono alimenti utili per dimagrire: oltre ad essere benefici per il nostro organismo perché in generale regolano il metabolismo, sono anche indicati per perdere peso. La maggior parte dei semi contiene minerali e fibre, proteine e grassi monoinsaturi sani, nostri alleati sia per bruciare calorie che farci sentire il senso della sazietà. Sono infine diuretici perché stimolano la funzione renale, evitando la ritenzione idrica. Vediamo allora quali sono e come usarli.

    Semi di zucca

    semi zucca

    Partiamo dai semi di zucca, perfetti per la perdita di peso. Contengono più zinco di qualsiasi altro seme, un elemento importante per bruciare i grassi, oltre che mantenere stabili i livelli di zucchero nel sangue.

    I semi di zucca contengono anche magnesio e ferro, importanti per aumentare l’energia. Mantengono la stanchezza e l’ansia al minimo.

    Questi semi possono essere consumati in diversi modi: aggiunti allo yogurt, ai frullati, all’insalata.

    Semi di canapa

    semi canapa

    I semi di canapa hanno un doppio effetto per la perdita di peso, poiché contengono quasi 12 grammi di proteine ogni 3 cucchiai, oltre che grassi omega-3 che inducono a bruciare i grassi nel corpo.

    Inoltre, contengono anche zinco, magnesio, ferro e molto potassio, che elimina il gonfiore. Ottimi quindi se si è alla ricerca della pancia piatta. Meglio consumarli a crudo, inserendoli negli alimenti, ma ci sono davvero tante ricette che possiamo preparare. Nel caso si utilizzino i semi di canapa per dimagrire, le dosi si aggirano intorno ai 10 grammi al giorno, anche se è possibile aumentare il dosaggio a 25 grammi giornalieri.

    Semi di chia

    semi chia

    Da poco entrati a far parte della nostra alimentazione, i semi di chia provenienti dal Messico sono in realtà ottimi diuretici e antiossidanti. Sono perfetti per la perdita di peso e per placare la fame per lungo tempo. Ricchi di fibre, infatti mantengono l’intestino attivo donandoci quel senso di sazietà che ci evita di fare grandi abbuffate.

    Anche per la chia, le dosi giornaliere raccomandate sono di 10 grammi al giorno (pari a circa 1 cucchiaio). Per aumentare il loro effetto benefico si può aumentare la quantità di semi di chia a 20-25 grammi al giorno (circa 2 cucchiai), ma non bisogna esagerare, perché possono avere un effetto lassativo inaspettato. Si possono consumare a crudo mettendoli nell’insalata, aggiungendoli ai dolci, ai frullati o bere acqua con semi e limone, una bevanda rinfrescante, energizzante e diuretica.

    Semi di girasole

    semi girasole

    Tra i semi brucia grassi troviamo anche quelli di girasole. Sono pieni di vitamina E, che agisce come un potente antiossidante, aiuta a combattere le tossine e l’infiammazione. È fondamentale però, che i semi vengano mangiati crudi. Spesso facendo diete drastiche si corre il rischio di incappare nelle smagliature; ecco che i semi di girasole fanno correre ai ripari perchè sono ricchi di selenio e vitamina E: aiutano a proteggere la pelle rassodandola.

    I semi di girasole sono anche ricchi di magnesio, il quale aiuta a prevenire il cortisolo in eccesso nel corpo. Questo ormone è responsabile dell’accumulo di grasso nell’addome.

    I semi di girasole contengono anche fibre, proteine e vitamine del gruppo B, che sono molto importanti per bruciare i grassi e saziare l’appetito per un tempo più prolungato.

    Semi di sesamo

    semi sesamo

    Il sesamo non è molto presente nella dieta degli italiani, ma le sue virtù sono molto preziose: aiuta ad aumentare la diuresi ed a riattivare la circolazione. Aumentando la diuresi si vanno a sgonfiare quelle fastidiose zone soggette a cuscinetti da ritenzione idrica.

    I semi di sesamo contengono molti oligoelementi, come selenio, fosforo, zinco, potassio, magnesio. Il loro sapore deciso li rende adatti non solo nelle insalate, ma anche su altri piatti: per esempio si possono tritare e usare come sostituti del pane nelle impanature, oppure semplicemente tostati in padella.

    Semi di lino

    semi lino

    Diversi studi hanno rivelato che i semi di lino hanno dei componenti che favoriscono il buon funzionamento di molte parti del corpo.

    Questo super alimento possiede delle proprietà antinfiammatorie, antiossidanti, disintossicanti ed antiallergiche. I semi di lino migliorano l’apparto cardiovascolare e quello digerente; servono a prevenire malattie come il cancro, l’artrite e i sintomi della menopausa. Infine, tra i tanti benefici di questo alimento, ricordiamo che aiuta anche a dimagrire in modo del tutto naturale, come l’olio di lino.

    Come consumare i semi

    Tutti questi semi sono ottimi per dimagrire. Chiamati anche semi della salute, sono sempre più spesso protagonisti di diete e di un’alimentazione equilibrata.

    Per tutti è meglio mangiarli crudi, per non perdere le proprietà benefiche. La dose consigliata è di 2 cucchiai di questi semi due o tre volte al giorno, da soli o incorporandoli in altri alimenti della dieta per dimagrire, dai cibi alle bevande.