Tipi di yoga per dimagrire: tutti i benefici delle diverse discipline

Lo Yoga, tra gli innumerevoli vantaggi, ha anche quello di essere un metodo efficace per perdere peso. Esistono infatti diversi tipi di yoga per dimagrire. Vediamo insieme quali i benefici di queste discipline.

da , il

    Tipi di yoga per dimagrire: tutti i benefici delle diverse discipline

    Stai cercando un metodo efficace per perdere peso? Lo yoga potrebbe essere uno di questi e ti stupirai nel constatare che esistono diversi tipi di yoga per dimagrire.

    Negli ultimi anni lo yoga si è diffuso tantissimo per i suoi innumerevoli benefici: combattere lo stress piuttosto che il mal di schiena oppure diventare più flessibile.

    Tra i numerosi vantaggi, questa disciplina aiuta anche chi ha qualche chilo di troppo. Se inizi ora ad avvicinarti al mondo dello Yoga, ti accorgerai subito che ne esistono svariati tipi. Vi basterà fare un ricerca in rete per imbattervi in tantissime opinioni diverse sui tipi di Yoga o apprendere da wikipedia tutti i tipi di yoga.

    Dunque ci si può confondere e chiedersi quale yoga scegliere. In effetti, gli stili di yoga presentano delle differenze e degli specifici benefici.

    Cominciamo col dire che lo Yoga è un percorso che comprende molti aspetti, una piccola parte sono le posizioni chiamate gli Asana e lo studio degli asana è chiamato Hatha Yoga.

    Negli anni scuole e insegnanti hanno apportato le proprie interpretazioni all’esecuzione classica cosi si sono sviluppati i vari stili di yoga.

    Vediamo quindi insieme come dimagrire con lo yoga e quali sono le caratteristiche ed i benefici che apportano queste diverse discipline.

    Kundalini Yoga

    Il Kundalini Yoga è il “sentiero della consapevolezza” che porta l’individuo a realizzare il suo pieno potenziale attraverso il risveglio dell’energia kundalini, l’energia latente che riposa alla base della colonna vertebrale.

    Una lezione di Kundalini Yoga segue una struttura ben precisa: si apre e si chiude con specifici mantra e presenta sequenze dinamiche di esercizi ben codificate, mirate a ottenere un particolare beneficio fisico, mentale o energetico.

    Anche se le sequenze così come proposte dall’insegnante non possono essere modificate nell’ordine delle posizioni e nella durata, nella sua essenza la pratica del Kundalini Yoga è estremamente variegata e imprevedibile: oltre alle sequenze di asana si praticano infatti esercizi dinamici, danza, canto dei mantra, esercizi di respirazione (pranayama) e meditazione.

    Il Kundalini Yoga pone l’accento anche su una profonda componente spirituale, perciò se cercate una forma di yoga che, oltre all’esercizio fisico, ponga molta attenzione al respiro, alla meditazione e alla spiritualità, forse un corso di Kundalini può fare al caso vostro.

    Vinyasa flow Yoga

    Si tratta di un tipo di yoga dinamico ,in cui le posizioni sono tutte collegate tra loro in un flusso di movimento coordinato al respiro.

    Nella pratica del Vinyasa le posizioni non sono praticate in modo scollegato, ma in una successione fluida, da cui flow yoga, che si apre e chiude con movimenti precisi, sincronizzati con l’inspirazione e l’espirazione, seguendo le indicazioni dettagliate dell’insegnante.

    Un esempio molto noto di questo modo “fluido” di concepire lo yoga, comune a tutta la pratica dell’Hatha Yoga, è il Saluto al Sole.

    Dunque, questa è una forma di yoga energica e dinamica, uno stile che può essere declinato anche in maniera dolce e adatta a tutti i livelli di esperienza e di flessibilità del fisico.

    Ashtanga Yoga

    Noto anche come Ashtanga Vinyasa Yoga, questo stile di Hatha Yoga prevede un fluire armonioso delle asana in una sequenza dinamica. È stato codificato dal maestro Pattabi Jois, che ha tramandato delle sequenze molto specifiche dette “serie” per cui gli allievi apprendono le asana seguendo rigorosamente le serie, iniziando dalla prima e lavorandoci con calma e impegno per lungo tempo prima di passare allo studio della successiva.

    È uno stile di yoga molto rigoroso e impegnativo dal punto di vista fisico, molto apprezzato da coloro che non temono lo sforzo. Va praticato con la guida di insegnanti esperti per evitare il rischio di infortuni.

    Power Yoga

    Questo stile di yoga è nato negli ultimi anni, precisamente nel 1995, quando Bender Birch pubblicò un libro su quello che veramente significa stare in forma. Questa sua opera ebbe un grande successo in America e così si ebbe la diffusione di questo nuovo tipo di yoga, il Power Yoga. L’intenzione è quella di dare una maggiore spinta alla pratica di Ashtanga Yoga, usando delle serie particolarmente impegnative create appositamente per generare calore ed energia.

    Questo stile è caratterizzato da un allenamento molto rigoroso che sviluppa sia forza che flessibilità. Pertanto è adatto alle persone a cui piace stare tanto in movimento e cerchino un’attività fisica molto impegnativa.

    Bikram Yoga

    Questo tipo di yoga è adatto agli amanti dei climi tropicali. Infatti lo Bikram Yoga viene praticato in una stanza con una temperatura di almeno 35 gradi. Si pratica seguendo 26 posizioni diverse sempre in sequenza ed ha il beneficio di migliorare la flessibilità dei muscoli, aumentare molto il battito cardiaco e naturalmente sudare parecchio con evidenti risultati nel dimagrimento.

    Woga

    Dalla fusione dei termini water e yoga, nasce il Woga ossia lo Yoga in acqua. Si tratta di una disciplina che permette di eseguire i tipici esercizi dello yoga in acqua . Il segreto del successo dello Woga risiede proprio nell’aiuto che l’acqua può apportare all’esecuzione dello yoga: l’acqua annulla quasi del tutto il carico articolare e agevola i movimenti permettendo così di raggiungere e mantenere più a lungo le singole posizioni con maggior equilibrio e conseguente estensione del movimento. Lo Woga è un allenamento perfetto per il dimagrimento e la tonificazione perché le sue posizioni non solo garantiscono un buon dispendio calorico e allo stesso tempo contribuiscono ad un considerevole rassodamento muscolare.

    Antigravity Yoga

    Tra le ultime mode provenienti dall’America c’è l’Antigravity Yoga che consiste in una serie di esercizi che, mettendo insieme yoga, pilates e danza che avviano a pratiche acrobatiche volte al rilassamento. Tutto questo si ottiene con l’ausilio di un’amaca antigravità e grazie alla sospensione del peso corporeo. L’elemento di novità, costituito proprio dalle amache che pendono dal soffitto ed in cui il corpo viene avvolto durante le sedute, si associa ad una serie di esercizi che aiutano a mantenere una postura corretta e a sentire la leggerezza del proprio corpo. E’ particolarmente adatto a chi ha problemi con la schiena e a chi vuole sviluppare la mobilità delle articolazioni.

    Piloga

    Si tratta di una nuova disciplina a metà strada tra pilates e yoga e consente di ristabilire l’equilibrio perfetto fra mente e corpo. Gli esercizi del Piloga , infatti, sono studiati per migliorare la tonicità del corpo, sfruttando allo stesso tempo l’attenzione dello yoga per la concentrazione. L’allenamento prevede attività di allungamento della spina dorsale e di stimolazione degli addominali. Tutto deve essere eseguito in maniera lenta e armoniosa.  I risultati che si possono ottenere con questa disciplina sono davvero apprezzabili anche e soprattutto in termini di dimagrimento.

    Foto di 4390290, Pexels