Tutti i consigli della Lambertucci per la dieta perfetta

da , il

    lambertucci dieta

    Rosanna Lambertucci è un’esperta di dieta e da anni, tra libri, riviste e programmi televisivi, cerca di diffondere la filosofia della sana e corretta alimentazione. I principali consigli, di solito, sono volti proprio a questo: impostare un regime alimentare, di base Mediterraneo, per mantenere un peso corporeo equilibrato e soprattutto rispettare il proprio fisico e la propria salute. Sembra una cosa banale, ma non lo è per nulla. Pensiamo solo ai dati sull’obesità: se fosse tutto così scontato non avremmo il 36% dei bambini con problemi di peso e non saremmo uno dei Paesi più grassi d’Europa.

    Più sani, Più belli.

    In questo post elenchiamo alcuni consigli, ovviamente non sono tutti, perché sarebbe impossibile, per perdere un po’ di peso e di pancetta. La Lambertucci ha scelto la consulenza del professor Pier Luigi Rossi, Medico Specialista di Scienza dell’alimentazione e medicina preventiva, per dare alcuni suggerimenti o per impostare la dieta. Questo è il primo esempio da seguire: mai fare il fai da te. È meglio sempre chiedere a chi ne sa più di noi, anche se siamo convinti di essere nel giusto. Con la dieta non si scherza, perché da essa dipende la nostra salute.

    Cellule adipose, addio!

    La prima cosa da fare in una dieta e cercare di ridurre le cellule adipose, responsabili dell’eccesso di peso e del processo di invecchiamento. Sono loro la causa primaria dell’obesità e del sovrappeso, perché in base al loro numero si costituisce una sorta di memoria del comportamento alimentare. Tenete conto che con il passar degli anni il numero di adipociti tende comunque ad aumentare. È bene quindi impostare fin da bambini una dieta corretta per evitare di ingrassare già in tenera età e soprattutto per programmare il nostro corpo fin dalla tenera età verso un percorso di salute.

    Come ridurre la pancetta

    La pancetta purtroppo è un inestetismo che colpisce uomini e donne. È bene però fare attenzione perché il grasso addominale, se in eccesso, può essere anche pericoloso. È bene quindi studiare un modello nutrizionale in grado di limitare la secrezione di insulina, l’ormone responsabile della fame continua e dell’accumulo adiposo. La dieta dovrebbe comprendere cinque pasti, di cui due sono spuntini, con tantissimi frutta e verdura. La colazione, invece, si basa sul consumo di frutta e latticini, per migliorare il transito intestinale. Astenersi o limitare le bevande alcoliche.

    Se desiderate avere qualche informazione in più sulla sana e corretta alimentazione, consultate il nostro blog, ricco di tanti consigli e di diete:

    La dieta di Rosanna Lambertucci per un addome piatto

    Si celebra oggi l’Obesity Day 2011, la Giornata Mondiale dell’Obesità

    Cosa mangiare per avere un’alimentazione corretta e completa