Vietati i mega popcorn nei cinema

da , il

    Per molti è un binomio inscindibile: cinema e mega barattolo di pop-corn. Quale miglior modo per gustare un film con gli amici? Da Hollywood però arriva la notizia che Michael Lynton, boss della Sony Pictures ha proposto di vietare nei cinema questi snack sostituendoli con qualcosa più sano. I classici (e buonissimi) pop corn saltati nel burro contengono infatti 76 grammi di grasso, ovvero l’equivalente di sei cheeseburger, 1.100 calorie; capirete bene che questo cibo è assolutamente un attentato alla nostra linea e al nostro benessere. Credo però che ci dovremo aspettare una vera e propria “rivolta popolare” di tutte quelle persone che rivendicheranno il loro “diritto ai pop-corn” almeno al cinema…

    «Riesco ad immaginare a stento i romani che mangiavano popcorn e bevevano Coca-Cola duemila anni fa». Ha sottolineato Lynton. E continua: «Non parlo di obbligare la gente ad andare al cinema sgranocchiando broccoletti, ma portare nei nostri chioschi snack più salutisti. Ad esempio si possono sostituire le patate fritte con le patate al forno».

    La preoccupazione è soprattutto per i bambini, che imparino uno stile alimentare scorretto che si ripercuoterà sulla loro vita futura. Ma siamo sicuri che la colpa sia dei pop-corn del cinema?

    Non saranno per caso le merendine consumate durante il pomeriggio davanti alla televisione, i fast-food del week end e non solo o le bibite gasate e zuccherate?

    Considerando che una persona non passa tutte le serate della settimana al cinema credo che questa idea sia quanto meno esagerata e che comunque non risolverebbe un problema che va indagato a monte.