Vino: sceglietelo light per proteggere la salute

Vino: sceglietelo light per proteggere la salute
da in Antiossidanti, Calorie, Calorie alcolici, Primo Piano
Ultimo aggiornamento:

    Vino in bicchiere

    Bere vino light? Arriva dall’Inghilterra, e precisamente dai ricercatori del World Cancer Research Fund (WCRF), il consiglio: meglio sempre optare per vini con una bassa gradazione alcolica, meno calorici e meno dannosi per l’intestino. Per farvi un esempio, i ricercatori hanno stimato che, con 10 gradi il rischio di cancro all’intestino cala del 7% rispetto ad una bottiglia tra i 12 e 14 volumi. I consumatori inglesi hanno sposato questa tendenza già da tempo: acquistare vini più leggeri e etichette meno alcoliche.

    Crescono così le importazioni di Pinot Grigio, e si abbandonano i vini (buonissimi!) e robusti provenienti da Cile, Argentina e Australia.

    E quando si parla di tumori: “Non bere alcolici sarebbe la miglior forma di prevenzione.

    Dobbiamo essere realistici e riconoscere che la maggior parte della popolazione beve regolarmente” sottolinea spiega Rachel Thompson, autrice dello studio.

    Addio all’alcol quindi: non necessariamente. Già abbandonare i super alcolici e le gradazioni troppo alte di vino sarebbe un passo in avanti.

    La quantità giornaliera consigliata per tenere sotto controllo il rischio sono 250 ml, ovvero il classico bicchiere a pranzo o cena.

    239

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN AntiossidantiCalorieCalorie alcoliciPrimo Piano
     
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI