Alimentazione equilibrata, i salumi più leggeri

Ecco i salumi che vanno preferiti nel corso della dieta: sono quelli meno grassi e calorici. Inoltre, qualche dettaglio su come abbinarli

Pubblicato da Valentina Morosini Martedì 26 aprile 2011

Alimentazione equilibrata, i salumi più leggeri

Un’alimentazione equilibrata deve prevedere un po’ di tutto. Questo è un punto fermo nella dieta di ognuno di noi. C’è però una notizia abbastanza importante: non dovete eliminare gli alimenti che all’occhio possono sembrarvi grassi, come i salumi, quanto sceglierli con attenzione e mangiarli con moderazione. Infatti, esistono anche insaccati che fanno bene e che non ingrassano poi molto. Vediamoli insieme: spero sia cosa gradita soprattutto a coloro che sono a dieta a pranzo mangiano fuori.

Il prosciutto per eccellenza è quello crudo che è anche quello che si digerisce meglio. Contiene circa 220 calorie per 100 grammi ed è un alimento sano e poco grasso. Il difetto è salato? Quindi chi è iperteso dovrebbe evitare e soprattutto dovrebbe stare attento anche chi ha problemi circolatori. La bresaola è il salume meno calorico e perfetto per chi è a dieta: contiene, infatti, circa 150 calorie ogni 100 grammi.

Ricordiamoci che un piatto unico ben bilanciato è la bresaola in abbinamento a scaglie di grana e aceto balsamico. Evitate l’olio, non ce n’è assolutamente bisogno. Infine, un ultimo affettato: il prosciutto cotto. Ne esistono di diverse tipologie, alcuni speziati altri meno.

È sicuramente un po’ più grasso degli altri affettati qui citati, ma in termini di calorie è simile a quello crudo. I salumi però sono rischiosi soprattutto per come vengono accompagnati: evitate di mangiare troppo pane e soprattutto di unirli a salse e maionese. Meglio insalata, gallette di riso o pane nero o ai cereali.