Allarme sedentarietà: poco sport per gli italiani

Vita sedentaria e poco sport, questa è la quotidianità degli italiani che risultano essere troppo pigri.

Pubblicato da Valentina Morosini Martedì 27 settembre 2011

Allarme sedentarietà: poco sport per gli italiani

Lo sport dovrebbe essere obbligatorio per mantenersi in forma e soprattutto in salute. Gli italiani però lo praticano sempre meno e quest’anno, a settembre, le palestre hanno registrato un calo delle presenze del 25%. “Inutile prendersi in giro, il morso della crisi economica si fa sentire. E’ già da qualche anno che si registra a macchia di leopardo un trend al ribasso, ma quest’anno sembra più considerevole. Naturalmente c’è anche chi rinuncia perché non motivato o perché non raggiunge i risultati sperati”, racconta Paolo Adami, presidente della Federazione italiana aerobica e fitness (Fiaf).

Ricordiamo che già il Rapporto Osservasalute 2010 aveva lanciato l’allarme sedentarietà. Nell’indagine era emerso che solo un terzo degli italiani fa ginnastica e il 40% dei connazionali conduce una vita sedentaria. Ora il problema della crisi è evidente, ma ricordiamoci che per fare sport è sufficiente andare a correre, fare un giro in bicicletta, andare a nuotare. Sono attività che non richiedono un grosso impegno economico, ma solo un po’ di volontà.