Allergie alimentari? Ora c’è una nuova App

Le intolleranze alimentari sono un problema, ecco perchè è nata una nuova app per aiutare le persone a capire se possono o meno acquistare un prodotto

Pubblicato da Valentina Morosini Martedì 7 giugno 2011

Allergie alimentari? Ora c’è una nuova App

Le allergie alimentari sono un dramma per moltissime persone, ma forse sta arrivando un nuovo strumento davvero molto utile. Si tratta di un’app per smartphone. Si chiama ‘AllergomeConsumer‘ ed è un gigantesco archivio, studiato dal Fondo internazionale per la ricerca avanzata in allergologia e immunologia (Ifarai) Onlus, che ha l’obiettivo di aiutare le persone a capire se nel piatto, o meglio nella confezione già pronta, c’è qualche elemento in grado di creare una reazione allergica. Com’è possibile? Attraverso il telefonino bisogna fotografare il cibo.

Ovviamente nello smartphone deve prima essere elaborato un profilo personale del paziente. Inserendo la fotografia del prodotto, dovrebbe uscire una scritta che consiglia o meno l’acquisto del prodotto. Non male. I prodotti preconfezionati sono molto comodi, ma sono anche quelli più pericolosi.

In Italia, circa il 30-40% della popolazione soffre di una forma di allergia. Purtroppo quelle alimentari sono pericolose perché non sfogano solo con rash cutanei, ma anche con attacchi d’asma.

Adriano Mari, allergologo e responsabile scientifico del progetto, ha commentato: “La filosofia del progetto ha individuato tre punti nodali: l’identificazione dell’ingrediente o allergene, quella del consumatore e quella del prodotto“. Tenete conto che il database è nuovo e “vergine”. Attualmente contiene 15mila confezioni esaminate e schedate, un numero che non supera il 10% dei prodotti alimentari. Con gli anni migliorerà la situazione. Purtroppo per affinare lo strumento ci vuole tempo e pazienza.