Antiossidanti, la dieta degli uomini batte quella delle donne

Le donne assumono meno antiossidanti rispetto agli uomini e hanno bisogno di potenziare la loro dieta affinché ci sia una prevenzione antiage

Pubblicato da Valentina Morosini Mercoledì 9 marzo 2011

Antiossidanti, la dieta degli uomini batte quella delle donne

Gli uomini sono promossi in materia di antiossidanti. La loro dieta, a sorpresa, è migliore di quella delle donne: maschi introducono in media più acido ascorbico, carotenoidi, licopene, retinolo, tocoferolo e zinco. Le signore pensano sempre di essere più attente all’alimentazione, sia a tavola sia durante il giorno eppure i compagni maschi, secondo uno studio firmato dall’Osservatorio nutrizionale Grana Padano sono più preparati. La notizia vera è che, nonostante abbiano una dieta più selezionata alla lotta contro i radicali liberi, quasi un terzo del ‘sesso forte’ non arriva ai livelli di antiossidanti.

L’Osservatorio ha scoperto anche che i fumatori, che producono una quantità maggiore di radicali liberi, e avrebbero quindi bisogno di potenziare il proprio sistema s’introducono invece quantità più basse di sostanze antiossidanti rispetto ai non fumatori. E poi proteggono la pelle dall’invecchiamento.

Quali sono queste sostanze? Tutte quelle che contengono: vitamine E e C, polifenoli, antocianine. In soldoni: sono fondamentali i cereali integrali, come il grano ricco di vitamina E, vitamine del complesso B, carotenoidi, zinco, rame, selenio e altri oligominerali; Non devono mancare i legumi, almeno 2-3 volte la settimana, e la verdura.

I prodotti di colore verde, quelli piccanti e quello che danno sul rosso/giallo sono gli ortaggi che contengono più antiossidanti. Sono importanti gli oli vegetali, il pesce. Un’altra regola è di carattere pratico: attenzione alla cottura dei cibi. Non fateli bruciacchiare, evitate le fritture e cuocete gli alimenti poco, affinché non disperdano le proprietà nutritive.