Bere tè per aiutare la circolazione

Per aiutare il nostro corpo e la nostra circolazione, dobbiamo bere molto. Se però l'acqua proprio non ci va, possiamo scegliere di idratarci bevendo tè.

Pubblicato da Valentina Morosini Martedì 1 giugno 2010

Bere tè per drenare. È il suggerimento di Ugo Alonzo, vice presidente della Società Italiana di Flebolinfologia, che propone per eliminare i liquidi accumulati di variare pure l’acqua con il tè. Alcune persone hanno davvero difficoltà a bere (lo so, perché faccio parte di queste) e talvolta diversificare può aiutare e invogliare. Soprattutto in esteta subentra la necessità di alleggerire le gambe, che tendono a gonfiarsi per il caldo e per una cattiva circolazione. Poi anche la cellulite è sinonimo che qualcosa non funziona benissimo che bisogna aiutarsi con i liquidi.
Mi raccomando quindi aiutate la vostra circolazione con il tè, l’acqua e un’alimentazione ricca di frutta e verdura. Sapete bene che ci sono degli alimenti molto indicati in questo senso, antiossidanti e che favoriscono la salute di vene e capillari, come i frutti rossi e i mirtilli.

Chi soffre di insufficienza venosa “stagionale” può aspettarsi, nel tempo, un peggioramento della condizione, perché può diventare cronica. È bene quindi fare una visita specialistica per capire quali siano le rali condizioni. Sono da evitare, invece, l’alcol, i dolci molto elaborati e i cibi pesanti per la digestione.

Poi fate movimento: ci sono alcuni semplici esercizi da fare in casa o anche in ufficio, che se non risolvono il problema possono però aiutare a diminuirne la manifestazione: camminare durante le pause lavorative o sollevare le gambe on uno sgabello.

Foto tratte da
lastampa.it
findmeacure.com
telegraph.co.uk