Calorie, l’App che riconosce i cibi grassi

da , il

    Calorie, l’App che riconosce i cibi grassi

    Calcolare le calorie non è un processo complicato, ma a volte può anche diventarlo, soprattutto quando si acquistano prodotti pronti o già confezionati o quando si mangia al ristorante. Per superare l’ostacolo l’azienda Nippon Telegraph and Telephone Corporation ha sviluppato un’applicazione per smartphone per aiutare i giapponese a non cadere in tentazioni dei cibi grassi. Vediamo come funziona, perché ciò che la rende unica è proprio la modalità con cui calcola le calorie.

    Non funziona come le solite app, dove inserire la quantità e gli ingredienti. Qui bisogna fotografare il piatto e poi il programma calcola da solo le calorie. Il prodotto giapponese invece fa tutto da solo attingendo a un archivio di circa 100mila cibi diversi immagazzinato nei server della compagnia telefonica.

    È pazzesco, non trovate? Valuta anche la porzione e aggiusta le calorie. In questo modo, le persone non abbandoneranno il metodo tradizionale, poco utilizzato, per favorire questo modo: si spera così che ci sia una maggiore attenzione alla dieta. Inoltre, mettersi in riga in compagnia pare aiuti a rafforzare la volontà e a perdere chili, se non altro perché ci si sente meno soli ad affrontare mini porzioni e insalate scondite. E questa teoria è stata verificata con molti studi.

    Gli esperti hanno dichiarato: “Finora abbiamo avuto riscontri entusiasti, ma dobbiamo migliorare l’applicazione. Per esempio ampliando il database: l’app funziona benissimo coi cibi che i giapponesi mangiano spesso, è meno precisa con altri”.