Carpaccio di carciofi, ricetta light vegetariana

Il carpaccio di carciofi è una ricetta light, vegetariana e molto salutare. I carciofi sono una verdura particolarmente consigliata per chi ha deciso di intraprendere una dieta dimagrante.

Pubblicato da Valentina Mendola Mercoledì 18 marzo 2015

Carpaccio di carciofi, ricetta light vegetariana

Il carpaccio di carciofi è una ricetta light, vegetariana e molto salutare. I carciofi sono una verdura particolarmente consigliata per chi ha deciso di intraprendere una dieta dimagrante. Grazie alle sue molteplici proprietà, facilita la perdita del peso. Questa ricetta, sfiziosa e leggera, è adatta per qualsiasi occasione. Facile e veloce da preparare, è un perfetto contorno per un secondo piatto a base di carne, oppure un ottima alternativa vegetariana per chi ha scelto di eliminare le proteine animali dalla sua dieta.

Appartenente ad un genere che conta solo 8 specie diverse, il carciofo è una pianta officinale che può raggiungere i 2mt di altezza. Ha grandi foglie verdi sulla parte esterna e piccole e gialle nel cuore. I fiori, di colore lilla o viola, data la loro estrema bellezza, vengono spesso utilizzati per coreografiche composizioni floreali. La sua coltivazione è diffusa in tutta la zona mediterranea e nel Nord Africa, in quanto esige clima particolarmente caldi e un terreno ricco e profondo. Apprezzato ed utilizzato sin dall’antichità da popoli come gli Egizi prima e i Romani poi, il carciofo è ricchissimo di importanti sostanze nutritive. I capolini si consumano freschi, mentre le foglie e le radici vengono essiccate. Il carciofo si distingue per le sue forti proprietà diuretiche e depurative. Una fonte naturale di sodio, potassio, calcio, fosforo e ferro, il carciofo è un concentrato di sali minerali fondamentali ed oligoelementi. Come la maggior parte dei vegetali, per trarne i maggiori benefici è meglio consumarlo crudo, in quanto la cinarina, il principio attivo che stimola la diuresi, si annulla durante la cottura. Un infuso di foglie di carciofo, lenisce i dolori causati dall’artrite e abbassare il livello di colesterolo LDL nel sangue. Gli impacchi fatti con il decotto aiutano a tonificare e purificare la pelle del viso. I carciofi sono ottimi da consumare crudi con un goccio di limone e un filo d’olio, trifolati, alla romana, fritti alla giudea, ripieni oppure aggiunti per arricchire primi o secondi piatti o per creare delle ottime conserve sott’olio. Inoltre trova spesso impiego in preparazione di amari o digestivi.

Ingredienti: per 2 pers.

Calorie per porz.: 130 c.a

4 o 5 carciofi novelli
grana a scaglie
olio e.v.o.
succo di limone
sale e pepe
glassa di aceto balsamico (facoltativa)

Preparazione

1. Pulisci i carciofi privandoli completamente delle spine, servendoti di spessi guanti da cucina.
2. Taglia il gambo e la parte superiore (la punta) ed immergili in una bacinella con acqua fredda e fette di limone. In questo modo non si ossidano.
3. Togli i carciofi dall’acqua, asciugali bene e tagliali molto sottilmente. Disponi le fette su un grosso piatto o vassoio di vetro (evita l’acciaio o l’alluminio).
4. Prepara un’emulsione miscelando l’olio quanto basta con due cucchiai di succo di limone, un pizzico di sale e di pepe.
5. Versa l’emulsione sui carciofi e concludi il piatto con generose scaglie di grana o parmigiano.