Cibo e divertimento al ristorante tecnologico

Quando si mangia non bisognerebbe essere distratti da altro, dicono che anche la televisione in qualche modo influenzi il nostro modo di mangiare: mastichiamo poco, deglutiamo velocemente pezzi troppo grossi e il nostro corpo fa fatica ad assimilare e digerire.

Pubblicato da Valentina Morosini Venerdì 26 febbraio 2010

Il cibo come intrattenimento. Non sono molto favorevole a queste cose, perché credo che durante il pasto occorra concentrasi su ciò che abbiamo nel piatto, però ogni tanto non è male sperimentare qualche novità, come Uwink, il ristorante digitale che pratica il food-entainment. Noi italiani dovremmo volare fino a Norimberga per sperimentarlo. Lì c’è ‘s Baggers (www.sbaggers.de) un ristorante con touch screen posizionati su ogni tavolo per ordini e pagamenti e una rete di binari in acciaio che grazie alla forza di gravità trasporta i piatti sui tavoli. Sembra di stare nelle spazio. Ovviamente in giro per il mondo non è l’unico.
Quando si mangia non bisognerebbe essere distratti da altro, dicono che anche la televisione in qualche modo influenzi il nostro modo di mangiare: mastichiamo poco, deglutiamo velocemente pezzi troppo grossi e il nostro corpo fa fatica ad assimilare e digerire.

Questo tipo di ristorante, però, permette anche un servizio utile: sullo schermo sono disponibili ingredienti, calorie e preparazione dei piatti. Vengono poi presentati i piatti speciali del giorno e le novità, mentre si accumulano punti sulla carta fedeltà del supermercato preferito. In attesa dei piatti, vi è la possibilità di giocare e navigare su internet dallo schermo sul tavolo e sono previsti sconti per chi ritira dalla cucina il piatto invece di ‘utilizzare’ il cameriere.

Foto tratte da
imageshack.us
losanjealous.com
sharkride.com
insidesocal.com
mtv.com
wired.com