Dieta dimagrante: il metodo Montignac

da , il

    Mangiare meno per dimagrire? No, basta mangiare meglio: con la dieta Montignac, amata e seguita in tutto il mondo, è una possibilità concreta. Se volete saperne di più leggete il nostro articolo.

    Con questo metodo è possibile perdere peso in modo efficace e duraturo, riducendo i fattori di rischio cardio-vascolare e prevenendo la comparsa del diabete. Va sottolineato che il Dott. Montignac è un dottore in Scienze politiche ed ha una specializzazione in nutrizione, quando ha deciso che il suo vero interesse era proprio questo.

    La sua dieta, ma sarebbe più corretto chiamarlo metodo, come insiste lui, si basa sull’indice glicemico: questo indice misura la velocità con la quale gli alimenti provocano l’aumento della glicemia e della secrezione di insulina da parte del pancreas. La causa dell’obesità quindi non sarebbe la quantità di cibo che si mangia ma soprattutto la qualità.

    Ha quindi messo a punto un metodo che si basa su un’alimentazione basata su frutta e verdura a volontà diminuendo drasticamente gli alimenti contenenti zucchero e carboidrati e con un alto indice glicemico.

    Spesso criticata e demonizzata questa dieta recentemente ha avuto un apprezzamento dal British Journal of Nutrition: il regime Montignac sarebbe molto indicato per chi soffre di problemi cardiovascolari e per chi è a rischio di diabete.

    Scegliere quindi alimenti a basso indice glicemico, selezionati e catalogati come segue:

    pari a zero: uova; pesce; formaggi freschi e stagionati; carni; insaccati;

    inferiore di 10: melanzane ed ortaggi verdi;

    da 10 a 15: albicocche; agrumi; noci; mandorle; arachidi; yogurt magro;

    da 15 a 20: marmellata senza zucchero; cioccolato amaro; lenticchie;

    da 20 a 30: latticini;

    da 30 a 40: pane integrale e mele;

    da 40 a 50: pasta.

    Alimenti ad alto indice glicemico:

    pari a 60: gelato;

    da 50 a 65: farine bianche e pizza margherita;

    da 65 a 70: riso bianco; peperoni; zucchero;

    pari a 75: anguria;

    pari a 90: patatine fritte;

    da 90 a 100: birra; burro e margarine; glucosio.