Dieta anticaldo: l’alimentazione corretta d’estate

In estate si perdono molti sali minerali e si tende, in generale, a cucinare meno preferendo panini o pasti già pronti: non c'è nulla di più sbagliato, però! Scopriamo insieme i principi della corretta dieta estiva anticaldo, per combattere la debolezza e stare in forma anche in questa stagione

Pubblicato da Valentina Morosini Lunedì 30 giugno 2014

Dieta anticaldo: l’alimentazione corretta d’estate

Dieta anticaldo: l’alimentazione estiva corretta può consentirci di affrontare al meglio le problematiche connesse a questa stagione, consentendoci di godere solo dei vantaggi delle alte temperature. In questo periodo, infatti, i problemi principali cui è necessario far fronte, sono due: la disidratazione e la conseguente reintegrazione dei liquidi. Con l’afa che ci fa sentire stanchi e spossati, il rischio è di perdere troppi liquidi. Di qui la necessità di reintegrare bevendo molta acqua e consumando i cibi giusti, in modo da tollerare al meglio le alte temperature tipiche di questa stagione. Quindi, qual è la giusta alimentazione per l’estate? Ecco qualche suggerimento; e se non è abbastanza, consultate il nostro approfondimento per trovare la dieta estiva che fa per voi.

Dieta per sconfiggere il caldo: cos’è

Per sconfiggere il gran caldo, la dieta estiva corretta deve essere sì equilibrata, ma anche e soprattutto ricca di cibi dissetanti e idratanti, combinati in modo da contrastare la debolezza tipica di questa stagione. La dieta estiva anticaldo comprende quindi alimenti per l’estate, come frutta e insalate, e bevande fresche come infusi freddi di frutti esotici e ghiaccio.
Non solo: una corretta alimentazione per l’estate non può prescindere da alcune regole basilari sullo stile di vita più corretto. Evitare l’alcool e fare attività fisica moderata (e nei momenti giusti della giornata) sono due modi basilari per stare bene anche con il grande caldo, e far sì che la dieta estiva sortisca gli effetti desiderati.
Vediamo ora di seguito quali principi è bene osservare quando si segue una dieta contro il caldo.

Cibi leggeri e ipocalorici

Per tollerare il caldo e non affaticare inutilmente la digestione, è necessario nutrirsi con cibi leggeri. Caldamente consigliati, dunque, la frutta di stagione, le verdure sia crude che cotte, il pesce, le insalate di riso. Da evitare, invece, i fritti, i sughi molto calorici, la carne rossa, ma anche le spezie piccanti, soprattutto se volete evitare di sudare troppo. Inoltre, bisogna ricordare che in estate si riduce il fabbisogno calorico: mediamente, l’organismo necessita di circa 300 calorie in meno al giorno.
I medici raccomandano anche di bere almeno due litri al giorno. Altrettanto indicati sono le tisane, il tè, i concentrati di verdura e i frullati. Per il dessert, ci si può concedere due o tre praline di gelato ma è meglio evitare di sostituire il pasto principale con questo alimento perché contiene poche vitamine e troppi grassi.

Reintegrare i sali minerali persi

Se è vero che attraverso il sudore si eliminano le tossine dal corpo, dall’altra parte si perdono molti sali minerali. Per questo, è necessario reintegrarli con l’alimentazione. Innanzitutto è proprio la verdura che rappresenta un valido aiuto in questo senso: è bene consumare soprattutto cetriolo, sedano, radicchio, pomodori. Albicocche, uva, pesche e prugne sono i frutti che si prestano meglio a questo scopo.

Per la dieta contro il caldo sono consigliati anche tutti i frutti a grande contenuto d’acqua come l’anguria o il melone. Poi, anche se possono sembrare allettanti, evitate le bibite gassate e rinunciate ai caffè (massimo un paio al giorno perché abbastanza diuretico) e agli alcolici, che tendono a far sudare molto e limitano l’assorbimento delle vitamine.

Attività fisica moderata

Con il caldo si può fare un po’ di sport, ma non bisogna esagerare. Trenta minuti al giorno di camminata veloce, per esempio, è un ottimo modo per stimolare la circolazione e mantenersi in forma.
È bene ritagliarsi questo spazio la mattina presto o la sera, per evitare i momenti più caldi della giornata. Evitate però di fare un allenamento agonistico: non è il caso di mettere il cuore in difficoltà o di rischiare sbalzi di pressione pericolosi.
Inoltre, portate con voi degli integratori naturali come la banana, per evitare i crampi o i cali di zucchero. In questo modo, riuscirete a combattere il caldo.