Dieta del riso per dimagrire velocemente: come funziona?

Per dimagrire velocemente e ottenere una pancia piatta, potete provare la dieta del riso. Il riso fa ingrassare? Quali sono i benefici del riso? E come funziona lo schema di questo regime alimentare? Risponderemo a tutte queste domande, vedremo un esempio di dieta del riso, le controindicazioni e scopriremo se la dieta del riso funziona davvero!

da , il

    Dieta del riso per dimagrire velocemente: come funziona?

    Si tratta di un regime alimentare perfetto se volete dimagrire velocemente senza soffrire troppo la fame. Spesso ci si domanda se il riso fa ingrassare: in realtà si tratta di un alimento perfetto per chi vuole dimagrire perché è leggero e nutriente e può essere condito in tanti modi diversi; inoltre, i benefici del riso sono moltissimi. La dieta del riso è ideale se desiderate sgonfiare l’addome e ottenere in breve tempo una pancia piatta; aiuta a depurare l’organismo e vi consentirà di rimettervi in forma se avete accumulato qualche chilo in eccesso. Seguire lo schema della dieta del riso è semplicissimo perché avrete un menù giornaliero equilibrato senza dover ricorrere a rinunce e sacrifici. In questo articolo vedremo dunque come funziona questa dieta dimagrante, un esempio di dieta del riso e alcune controindicazioni. Pronte a scoprire se la dieta del riso funziona davvero?

    Come funziona la dieta del riso?

    Quella del riso è una vera e propria dieta per dimagrire, che vi consentirà di liberarvi dei chili di troppo e di sentirvi meno gonfie grazie a un’azione depurativa; oltre ad essere una dieta per perdere peso molto efficace, si tratta anche di una dieta senza glutine, che può quindi essere messa in pratica tranquillamente anche da chi soffre di celiachia.

    Cominciamo dalle calorie del riso: 100 grammi di riso apportano circa 330 calorie, tuttavia durante la cottura questo cereale assorbe molta acqua quindi la resa è decisamente superiore rispetto a quella della pasta.

    Le regole della dieta del riso sono semplicissime: per gli spuntini cercate sempre di consumare della verdura cruda, come carote o sedano, oppure uno yogurt. Per condire utilizzate olio extra-vergine d’oliva e aumentate l’uso delle spezie, alleate della linea, limitando il consumo di sale che può provocare ritenzione idrica e cellulite.

    Esistono molte varianti di riso e in questa dieta potete utilizzare quello che preferite o alternarli tutti a seconda delle ricette: il riso bianco è perfetto per le zuppe, ma sarebbe bene preferire sempre il riso integrale perché apporta una maggior quantità di fibre e ha un indice glicemico inferiore; il riso rosso e il riso venere, di colore nero, hanno sfumature aromatiche molto intense, mentre il riso selvaggio presenta un mix di chicchi di colore rosso-bruno e ha un sapore particolarissimo; infine, il riso basmati è l’ideale per i vostri piatti dai profumi orientali.

    Vediamo ora quali sono le proprietà e i benefici della dieta del riso.

    I benefici della dieta del riso

    dieta_riso

    La dieta del riso è una dieta dimagrante che si basa su 4 caratteristiche di questo alimento, ossia: il potere saziante, l’elevata presenza di fibre, contenute soprattutto nel riso integrale, il basso apporto calorico e la stimolazione della diuresi. Il riso infatti sazia più della pasta perché, in cottura, assorbe più acqua; è inoltre un carboidrato complesso quindi il suo tempo di digestione è molto più lungo. Il riso integrale, in particolare, aiuta il benessere intestinale perché, grazie alle fibre, favorisce la regolarità donando un’irresistibile pancia piatta; inoltre il riso è povero di sodio e ricco di potassio, fattori che stimolano la diuresi e fan sì che questa sia una dieta depurativa. Possiamo quindi riassumere affermando che quella del riso è una dieta disintossicante che permette di dimagrire la pancia e di perdere peso senza troppi sacrifici: pronte a scoprire finalmente lo schema di questa dieta detox?

    Schema dimagrante: le fasi della dieta del riso e un esempio di menù

    La dieta del riso vi permetterà di perdere peso attraverso un regime alimentare che prevede due fasi: 3 giorni di disintossicazione e 9 giorni per stabilizzare la perdita di peso avvenuta nella prima fase. Scopriamo come funziona la dieta del riso in due fasi.

    Dieta del riso: 3 giorni

    dieta_riso_3_giorni

    Cominciamo dalla prima fase: la dieta del riso dei 3 giorni è quella in cui noterete un dimagrimento rapido e un netto sgonfiamento della pancia perché le calorie consentite sono molto poche, circa 800 calorie al giorno; si tratta, come detto, della fase disintossicante e depurante, in cui potete consumare riso bollito (sia riso bianco che riso integrale) ma anche quinoa per variare un po’; nel menu della dieta del riso dei 3 giorni è consentito un cucchiaio d’olio, poca frutta e verdura, mentre la dieta riso e pollo potrete prenderla in considerazione nella seconda fase. Ecco un esempio di dieta del riso dei 3 giorni:

    • Colazione: crema di riso (riso bollito in acqua e frullato) con un cucchiaio di miele e frutta fresca.
    • Pranzo: 70 grammi di riso bollito, mezzo cucchiaio di olio extravergine di oliva e un frutto.
    • Cena: minestra con 70 grammi di riso e verdure a piacere, mezzo cucchiaio di olio extravergine di oliva.

    Dieta del riso 9 giorni

    dieta_riso_9_giorni

    La seconda fase è quella che vi permetterà di dimagrire velocemente e di dimagrire la pancia; si basa su un apporto calorico di circa 1200 calorie al giorno ed è qui che comincerete a notare

    una bella pancia piatta. Il programma dieta del riso 9 giorni consente di integrare nella dieta anche proteine magre come ricotta e pollo, e di aumentare le porzioni di frutta e verdura. Solo alla fine dei 9 giorni scoprirete che la dieta del riso funziona! Ecco un esempio di menù 9 giorni, con alcune varianti per non annoiarvi con un regime dietetico troppo rigido:

    • Colazione: latte di riso, 3 gallette di riso con un cucchiaio di marmellata.
    • Spuntino: frutta fresca di stagione oppure uno yogurt bianco.
    • Pranzo: 80 grammi di riso bollito condito con ricotta, Parmigiano o verdure bollite in quantità libera.
    • Spuntino: frutta fresca di stagione oppure 2 gallette di riso.
    • Cena: 60 grammi di riso con funghi, gamberi al vapore o pollo grigliato; se non usate le proteine per condire il riso, potete mangiarle come secondo piatto, accompagnato da insalata mista, verdure alla griglia o bollite.

    Cosa mangiare durante la dieta del riso

    Come abbiamo visto, la dieta del riso si basa principalmente sull’assunzione di riso bollito ma ci sono una serie di cibi più indicati che potete abbinare e integrare nella vostra dieta del riso per variare un po’ il vostro regime alimentare dimagrante. Innanzitutto, non dimenticatevi di cibi disintossicanti e cibi detox come la verdura e la frutta: privilegiate ortaggi e frutta di stagione perché sono i più ricchi di vitamine e sali minerali. Tra gli alimenti concessi durante la dieta del riso troviamo:

    • i legumi;
    • i formaggi magri;
    • il pesce bianco e azzurro;
    • la carne magra (pollo e tacchino principalmente);
    • il miglio;
    • la quinoa;
    • l’amaranto.

    Attenzione però, perché ci sono anche degli alimenti vietati, a cui dovete rinunciare per tutta la durata della dieta:

    • il burro;
    • gli insaccati;
    • lo zucchero;
    • i dolci;
    • gli alcolici.

    Il riso fa ingrassare? Le controindicazioni della dieta del riso.

    Le calorie del riso sono circa 330 ogni 100 grammi quindi non possiamo definirlo un alimento particolarmente ipocalorico: il vantaggio è che è altamente saziante, quindi ne bastano pochi grammi (circa 70-80) per avere una bella porzione e non soffrire la fame a lungo. Questo è il motivo principale per cui la dieta del riso funziona davvero ma, come ogni dieta rapida, esistono delle controindicazioni.

    La dieta del riso va seguita per poco tempo perché altrimenti potrebbe portarvi ad avere gravi squilibri nutrizionali e carenze: il motivo principale è che la dieta del riso è poco equilibrata perché ammette pochi alimenti e poca varietà: si tratta infatti di un regime alimentare ipoproteico e ipocalorico e, tra gli effetti collaterali, potrebbe provocarci stanchezza e mancanza di concentrazione. In definitiva, è un ottimo modo per dimagrire velocemente ma va interrotta dopo i 9 giorni previsti dal programma, a favore di una dita più equilibrata.

    La storia della dieta del riso

    La dieta del riso ha una storia che risale al 1939, quando il dottor Walter Kempner, della Duke University, mise a punto un regime alimentare per soggetti affetti da ipertensione maligna associata a insufficienza renale; secondo la sua teoria, il riso poteva in qualche modo migliorare la capacità metabolica e curare l’ipertensione maligna: i risultati furono positivi e, dal 2002, esiste il “Rice House Healthcare Program Durham” in North Carolina, che sfrutta la dieta del riso del dottor Kempner per curare l’ipertensione riducendo al minimo l’assunzione di farmaci.