Dieta dimagrante: funziona solo se si riorganizza l’ambiente cucina

Lontano dagli occhi, lontano dallo stomaco: ecco il motto della nuova dieta che cambia le regole alimentari. Questi piccoli trucchetti sono molto più efficaci di una dieta ipocalorica.

Pubblicato da Francesca Bottini Mercoledì 19 maggio 2010

Dieta dimagrante: funziona solo se si riorganizza l’ambiente cucina

Uno dei diktat dei dietologi è quello di non andare mai a fare la spesa con lo stomaco vuoto: quando abbiamo fame infatti, le leccornie che ci guardano dagli scaffali del supermercato diventano tentazioni irresistibili. Ed è un po’ lo stesso concetto quello di due ricerche presentate da Brian Wansink al congresso Experimental Biology 2010 di Anaheim, in California. Come suggerisce l’esperto, se vogliamo che la nostra dieta funzioni, per prima cosa bisogna riorganizzare in modo intelligente l’ambiente cucina, il modo di servire il cibo e il modo di conservarlo. E’ un ricerca molto interessante: vediamo meglio di cosa si tratta.

Lo studioso dirige il Food and Brand Lab della Cornell University, ha illustrato il primo studio dal titolo «Serve here, eat there» (Servi il cibo qui, mangialo altrove), sostenendo che, ad esempio, una persona può arrivare a mangiare il 20 per cento di calorie in meno se deve prendere il cibo dal bancone della cucina.

Insomma: più è difficile la ricerca del cibo (doverselo servire piuttosto che averlo semplicemente a disposizione) più le persone mangiavano con parsimonia. I più pigri sono gli uomini che arrivavano a diminuire l’apporto energetico del 29 per cento. «Il concetto “lontano dagli occhi, lontano dallo stomaco” può essere applicato anche in positivo, ad esempio lasciando a portata di mano cibi sani e nascondendo quelli più calorici. È più facile prendere una mela dal bancone della cucina che cercare una fetta di dolce nel frigo», sottolinea Wansink.

«Se una persona riesce a seguire una dieta per venti giorni, come è accaduto a queste persone, se ne possono cominciare a vedere gli effetti», dice Wansink riferen

Ed ecco qualche trucchetto: niente TV in cucina, niente ciotole di caramelle in giro per casa, usare piatti più piccoli…provare per credere!