Dieta fai da te: attenzione al rischio depressione

Una dieta troppo punitiva può creare depressione: non è solo un sospetto ma portoppo è ormai una realtà. Imputate soprattutto le diete fai da te che non seguono un programma stabilito.

Pubblicato da Francesca Bottini Lunedì 23 novembre 2009

Una dieta troppo punitiva può creare depressione: non è solo un sospetto ma portoppo è ormai una realtà. Imputate soprattutto le diete fai da te che non seguono un programma stabilito.

Spesso infatti in questo modo si rischia di mangiare troppo poco e male. Conosco tantissime persone che quasi quotidianamente saltano il pranzo o che non si concedono neanche una cena alla settimana con gli amici per paura di ingerire troppe calorie.

La dieta «fai da te» rischia di essere monotona e povera. Lo sottolinea anche Andrea Ghiselli, nutrizionista dell’Inran (Istituto
nazionale Ricerca Alimenti e Nutrizione) di Roma, in un’intervista rilasciata al Corriere della Sera.

«I maggiori ostacoli al successo delle diete sono infatti l’abbandono e lo scoraggiamento. Il regime alimentare non deve essere una punizione ma uno stile di vita. La varietà della dieta e la “personalizzazione” sono gli antidoti alla “tristezza” alimentare», dichiara infatti lo specialista.

Se infatti andate pazzi per la pizza è completamente folle evitare di mangiarla per mesi: magari in questi casi si può scegliere una pizza meno ricca e mangiarla solo una volta a settimana, ma non eliminarla completamente.