Dieta macrobiotica, secondo lo Yin e lo Yang

da , il

    In Oriente tutto si misura con lo Yin e lo Yang. Ogni cosa dipende da loro e questi principi possono essere applicati ad aspetti della nostra vita come l’alimentazione, l’attività fisica, salute, rapporti interpersonali. Ma affrontiamo una cosa per volta. In questo post vorrei dedicarmi alla dieta macrobiotica.

    Intanto dobbiamo capire se siamo più Yin o Yang. E’ facile: senso di responsabilità, entusiasmo e voglia di fare riflettono la personalità Yang, mentre se siamo molto rilassati in presenza degli altri, non ci preoccupare il futuro siamo Yin. Il nostro obiettivo è sforzarsi nel caso di essere Yin se siamo Yang e viceversa, per curare certo aspetti del nostro carattere.

    La dieta deve essere abbinata alla personalità perché è importante nutrirci con ciò di cui abbiamo bisogno. Immaginiamo che ci sia una linea che va dallo yang allo yin e che i cibi vengano disposti su di essa in base alle loro caratteristiche: per capirci l’esempio di estremo yin è il limone, l’aceto, il peperoncino, lo zucchero non naturale (esempio lo zucchero bianco) e se proseguiamo vero lo yang troviamo l’amaro e il salato, come il sale marino che viene utilizzato solo con piatti vegetariani.

    Il metodo per applicare questa dieta è stare al centro della linea per assumere alimenti equilibrati.

    Per applicare questa dieta non basta studiare la tabellina di cui ho parlato prima, ma è necessario conoscere i cibi, per esempio ogni alimento integrale è una combinazione unica di vitamine naturali, oligoelementi, acidi grassi insaturi, biostimoline. Hanno una funzione particolare che i cibi, una volta raffinati, perdono.