Dieta per celiaci: una guida per l’estate

Ora per chi è intollerante al glutine c'è una guida in cui sono state censite 1.500 strutture con la spiga sbarrata, ovvero quelle in grado di fornire pasti senza glutine. Ci sono anche locali medio-alti e perfino ristoranti che offrono piatti tipici del territorio.

Pubblicato da Valentina Morosini Venerdì 13 giugno 2014

Dieta per celiaci: una guida per l’estate

La dieta per celiaci deve essere seguita scrupolosamente per evitare che questa intolleranza possa causare dei problemi a chi ne soffre. Una guida per l’estate è quindi fondamentale per capire quali sono le strutture che prevedono piatti “gluten free” ma anche i cibi che si possono o non si possono mangiare. L’intolleranza al glutine infatti è un grosso problema quando si va in vacanza: non sempre si può mangiare ciò che si desidera e spesso i ristoranti e gli hotel non sono preparati ad affrontare una situazione simile. L’Associazione Italiana Celiachia ha stilato un utilissimo elenco, “Alimentazione fuori casa“, ovvero una guida sicura per quando non si è a casa che viene aggiornata di anno in anno.

La guida per l’alimentazione estiva dei celiaci

I soci dell’Associazione Italiana Celiachia riceveranno a casa una guida in cui sono state censite più di 2000 strutture con la spiga sbarrata, ovvero quelle in grado di fornire pasti senza glutine. Ci sono anche locali medio-alti e perfino ristoranti che offrono piatti tipici del territorio. Poi si possono trovare Bed and Breakfast, alberghi o le navi da crociera che prevedono questo servizio. Per chi viaggia in auto c’è la convenzione con Autogrill: in autostrada è possibile trovare almeno un primo piatto o una colazione senza glutine. In tutta Italia perciò il celiaco, italiano e straniero, può viaggiare certo di trovare il posto che fa per lui.

Celiachia, cosa si può mangiare e cosa no

Cosa può mangiare un celiaco e cosa non può mangiare? Il celiaco non mangia glutine e di conseguenza quasi l’80% della cucina Mediterranea. Quando si è fuori casa può quindi diventare un grossissimo problema, prima di tutto perché le persone con questo disturbo non devono sentirsi isolate e devono poter fare una vita normale ma anche perchè stare male durante le ferie estive sarebbe veramente una doppia tortura. Ovviamente i celiaci lo sanno benissimo: sono molti gli alimenti vietati, sia al naturale che in scatola o confezionati. Ecco che in vacanza però, rispettare le regole diventa difficile e ridursi ogni giorno a mangiare un’insalata non è proprio il massimo. Nel caso vi troviate in un ristorante che non prevede piatti per celiachi il consiglio è quello di cercare di scegliere le pietanze più semplici: un pesce alla griglia, un pinzimonio di verdure crude ma anche una semplice bistecca senza alcun tipo di condimento. Purtroppo in questo campo l’ignoranza è ancora molto diffusa e vi potreste trovare davanti a brutte sorprese!