Dieta rapida del piatto unico

La dieta di questa settimana è costituita da un piatto unico sia a pranzo sia a cena, ma nulla vieta di accompagnarlo a una porzione di verdure cotte o crude condite in modo leggero e semplice oppure da una macedonia di frutta.

Pubblicato da Valentina Morosini Mercoledì 18 novembre 2009

Mangiare fuori casa e concedersi dei pasti veloci non la scelta migliore per restare in forma. Mi rendo però conto che se il tempo è poco, non si può fare diversamente. Una soluzione potrebbe essere la dieta del piatto unico.
In un unico piatto dovremmo concentrare tutti i nutrienti necessari per il nostro fisico. Se abbiamo voglia possiamo anche abbinare una porzione extra di verdure cotte o crude condite in modo leggero e semplice oppure da una macedonia di frutta.

Il piatto deve essere ben bilanciato: 1300 calorie giornaliere costituite in linea di massima dal 30% di proteine, 30% di grassi e 40% di carboidrati: la composizione perfetta per perdere peso (circa 4 chili in un mese) conservando tonicità e salute. Ieri però parlando della Ultimate New York abbiamo detto una cosa importante. Nessun dietologo prescriverebbe un regime al di sotto delle 1.200-1.400 calorie al giorno, altrimenti si rischierebbe di mettere a rischio la salute.

Molti bar e tavole calde, accanto a una vasta scelta di panini, propongono insalatone ricchissime di ingredienti (verdure, uova, tonno, mais, olive…) o piatti pronti fantasiosi con un perfetto equilibrio di nutrienti come le torte salate. Per non vanificare lo sforzo stiamo attenti al condimento.

Foto tratte da

whatyoulove.it
dietaland.com
style.it
girlpower.it/