Dieta Scarsdale vegetariana, un classico menù

La dieta Scarsdale vegetariana è un variante pensata per chi non mangia né carne né pesce. I principi su cui si basa sono gli stessi della dieta Scarsdale completa ma nel menu vengono inseriti alcuni alimenti che sono vietati nella versione originale. Vediamo quindi in cosa consiste la dieta Scarsdale vegetariana e un esempio di menu settimanale da seguire.

Pubblicato da Redazione Giovedì 10 giugno 2010

Dieta Scarsdale vegetariana, un classico menù

La dieta Scarsdale vegetariana è una variante messa a punto dallo stesso ideatore della dieta Scarsdale, il dottor Tarnow, che ha dedicato un’intera sezione del suo programma a chi non mangia carne né pesce. La dieta Scarsdale è una delle più apprezzate e allo stesso tempo più discusse perché, a fronte di una rapida perdita di peso, secondo nutrizionisti e dietologi presenta numerosi punti critici. La dieta Scarsdale vegetariana ha un menu settimanale più vario di quella originale e meno proteico perché vengono eliminati del tutto carne e pesce a favore di legumi, patate e proteine vegetali di vario genere. Di base resta però una dieta proteica, perché elimina quasi del tutto i carboidrati e i grassi; per questo motivo è una dieta dimagrante molto rapida ed è pensata per chi vuole perdere molto peso in breve tempo. Vediamo in cosa consiste esattamente la dieta Scarsdale vegetariana e un menu settimanale di esempio.

Dieta Scarsdale vegetariana

La dieta Scarsdale vegetariana si basa sugli stessi principi di quella originale e prevede le stesse regole, da seguire per tutta la durata del regime dimagrante: la prima fase è quella del dimagrimento mentre la seconda, detta fase di mantenimento, punta a stabilizzare i risultati ottenuti.
Anche la versione vegetariana è molto rigida e molto dura da seguire, soprattutto nei primi giorni in cui l’organismo si dovrà abituare ad assumere poche calorie e ad un’alimentazione priva di molti cibi e nutrienti.
Il menu della dieta Scarsdale vegetariana vede però l’introduzione di alcuni alimenti che sono vietati nella dieta Scarsdale originale, in particolare è possibile mangiare:

  • Piselli.
  • Soia.
  • Frutta secca.
  • Patate.

Inoltre, via libera a verdure di ogni tipo, crude e cotte, e proteine vegetali come tofu, seitan e tempeh.
La dieta Scarsdale vegetariana prevede una suddivisione dei macronutrienti simile a quella originale: dovrete mangiare il 45% di proteine, il 33% di carboidrati e circa il 22% di grassi, per un totale di 1000-1200 calorie giornaliere.
Si tratta dunque di una dieta abbastanza sbilanciata dal punto di vista nutrizionale, ma che comunque si basa sull’assunzione giornaliera di grandi quantità di verdura e questo è sicuramente positivo.

Dieta Scarsdale vegetariana: durata e perdita di peso

Per quanto riguarda la durata, la dieta Scarsdale vegetariana ricalca in tutto e per tutto la versione originale del dottor Tarnow:

  • Due settimane per la fase di dimagrimento: in questa prima fase, assumendo circa 1000-1200 calorie al giorno,
    perderete circa 450-500 grammi ogni giorno; in due settimane, quindi, potreste arrivare a dimagrire anche 10 Kg.
  • Due settimane per la fase di mantenimento: i 14 giorni dedicati al mantenimento hanno l’obiettivo di stabilizzare il peso forma che avrete raggiunto con la prima fase; non sottovalutate questa fase perché è fondamentale per non riprendere i chili persi dopo poco tempo.

Queste sono le indicazioni generali, ovviamente potete adattare il programma della dieta Scarsdale vegetariana in base a quanto dovete dimagrire; il tempo minimo per ogni fase è di una settimana, il tempo massimo sono le due settimane canoniche.

Le 8 regole della dieta Scarsdale vegetariana

La dieta Scarsdate vegetariana completa presenta numerose regole a cui dovete attenervi scrupolosamente se volete ottenere i risultati promessi.
Si tratta sostanzialmente delle stesse indicazioni che valgono per la dieta Scarsdale tradizionale:

  1. Smettete di mangiare quando vi sentite pieni, non dovete affaticare lo stomaco.
  2. Mangiate esattamente quello che è indicato nel menu settimanale, senza sostituzioni fai da te.
  3. Non bevete alcuna bevanda alcolica per tutta la durata della dieta Scarsdale vegetariana.
  4. Tra un pasto e l’altro, potete mangiare solo carote e sedano crudi, nelle quantità desiderate.
  5. Le uniche bevande consentite oltre l’acqua sono: caffè, tè e tisane, che potete consumare in libertà.
  6. Non potete utilizzare olio, burro, margarina, maionese e altri condimenti grassi per tutta la durata della dieta; per condire, sono concessi solo limone e aceto.
  7. Non è necessario mangiare tutto quello che viene indicato nel menu della dieta Scarsdale vegetariana, ma non fate sostituzioni o aggiunte.
  8. Non protraete la fase dimagrante per più di 14 giorni.

Gli alimenti vietati nella dieta Scarsdale vegetariana

Anche se per sopperire alla mancanza di carne e pesce sono concessi più alimenti rispetto alla dieta Scarsdale completa, ci sono comunque molti altri cibi che restano vietati anche se optate per la versione vegetariana.
Ecco tutto quello che non potete mangiare durante le prime due settimane di dieta Scarsdale vegetariana:

  • Avocado.
  • Legumi secchi come fagioli, lenticchie e ceci.
  • Patate dolci.
  • Pane bianco, sono concessi solo pane integrale o pane proteico.
  • Formaggi grassi e stagionati.
  • Pasta, riso e altri cereali.
  • Zuccheri e tutti i cibi contenenti zuccheri (torte, merendine, biscotti etc…).
  • Alcolici e bevande zuccherate.

Dieta Scarsdale vegetariana: il menu

Il menu settimanale della dieta Scarsdale vegetariana è piuttosto vario e consente di non annoiarsi a tavola: ci sono molte verdure crude e cotte, formaggi magri e frutta di stagione.
Potete sostituire uno o più pranzi settimanali con frutta a volontà, 100 g di fiocchi di latte e 3 noci; per quanto riguarda la cena, invece, potete scegliere in sostituzione delle proposte del menu una di queste 3 alternative:

  1. Verdure cotte o crude a volontà e una patata;
  2. Verdure cotte o crude a volontà e 30 g di pane integrale;
  3. Verdure cotte o crude a volontà e 115 g di soia lessata.

Mentre i vari pasti cambiano ogni giorno, la colazione resterà sempre la stessa in tutte e due le fasi della dieta Scarsdale vegetariana.
E adesso, vediamo nello specifico un esempio di menu settimanale se volete seguire questo schema alimentare dimagrante.

Dieta Scarsdale vegetariana: menu della prima fase

Ecco il menu della dieta Scarsdale vegetariana per le prime due settimane, quelle in cui perderete più peso.
La colazione sarà sempre la stessa e prevede: mezzo pompelmo o altro frutto di stagione, 1 fetta di pane tostato integrale o proteico con marmellata senza zuccheri.
Caffè o tè senza zucchero e senza latte possono essere consumati ad ogni pasto nella quantità desiderata.

Lunedì
Pranzo Zuppa di broccoli o crescione, 1 yogurt magro, 1 patata lessa piccola, 100 g di fiocchi di latte, 1 mela piccola e 3 noci.
Cena Due fette di formaggio Fontina, lattuga, cuori di carciofo lessi, cetrioli e ravanelli, 1 fetta di pane integrale, 1 arancia.
Martedì
Pranzo 1 fetta di pane tostato con marmellata, macedonia di frutta a volontà, verdure crude a volontà.
Cena 1 patata lessa piccola, 150 g di fiocchi di latte, insalata a volontà, macedonia di frutta a volontà.
Mercoledì
Pranzo Pomodori ripieni con funghi, zucchine e carote e 2 fette di formaggio tipo Fontina, 1 fetta di pane integrale.
Cena Asparagi o broccoli gratinati con sottilette light e 30 g di pane grattugiato, insalata verde con pomodori, 1 fetta di pane integrale.
Giovedì
Pranzo 150 g di fiocchi di latte con olive e cetrioli, 1 fetta di pane tostato, 1 mela.
Cena Parmigiana di melanzane fatta con salsa di pomodoro e mozzarella light, insalata verde a volontà, macedonia di frutta a volontà.
Venerdì
Pranzo Formaggi magri assortiti, spinaci in quantità, 1 fetta di pane integrale, 1 frutto.
Cena Zuppa di cipolle con 2 crostoni di pane integrale, verdure stufate in quantità, mele cotte con noci tritate.
Sabato
Pranzo 1 fetta di pane tostato integrale con marmellata, macedonia di frutta in quantità, verdure crude in quantità.
Cena Vellutata di zucca, 1 mela, 3 noci, insalata mista a volontà con 4 olive.
Domenica
Pranzo 1 pomodoro ripieno con mais lessato, peperoni e funghi, zucchine e carote crude o alla griglia in quantità.
Cena Melanzane grigliate alla Parmigiana con sugo di pomodoro, cipolla, basilico, 30 g di Parmigiano, 80 g di mozzarella light, insalata verde in quantità, macedonia in quantità.

Dieta Scarsdale vegetariana: menu della seconda fase

Il menu settimanale per la dieta Scarsdale vegetariana delle due settimane di mantenimento è leggermente più ricco e potete introdurre alcuni alimenti che finora erano vietati.
In particolare potete mangiare:

  • Latte scremato.
  • Succhi di frutta senza zucchero.
  • Pasta e riso integrale senza esagerare.
  • Ketchup e salsa rosa come condimenti.
  • Lenticchie e fagioli.
  • Verdure sottaceto con moderazione.
  • Uova.
  • 1 bicchiere di vino o di birra al giorno.

Un’altra novità di questa seconda fase riguarda gli spuntini; vengono consigliati infatti 5 pasti giornalieri e, per i vostri spuntini di metà mattina e metà pomeriggio, potete scegliere tra:

  • 1 yogurt magro.
  • Gelatina di frutta.
  • Macedonia di frutta.
  • 1 mela.
  • 1 tè o un bicchiere di latte scremato (quando non si ha molta fame)

Sulla base dell’elenco dei cibi consentiti nella fase di mantenimento della dieta Scarsdale vegetariana, ecco un menu giornaliero di esempio, che potete prendere come ispirazione per creare il vostro piano alimentare personalizzato.

Pasto Cosa mangiare
Colazione 1 tazza di latte scremato con cereali integrali, 1 yogurt, 1 arancia.
Pranzo 3 uova sode o alla coque, 1 fetta di pane integrale, verdure al forno a volontà.
Cena Tofu alla piastra con salsa di soia, 30 g di riso bollito, zucca al forno, macedonia di frutta.

Testi a cura di: Irene Bicchielli