Dieta Tisanoreica, menù tipo da seguire

Oggi vi parliamo della dieta Tisanoreica e vedremo insieme il menù tipo da seguire per farla correttamente e per dimagrire facilmente in soli 40 giorni.

Pubblicato da Francesca Bottini Domenica 13 maggio 2012

Dieta Tisanoreica, menù tipo da seguire

La famosa dieta Tisanoreica è un programma ipocalorico che sta avendo un successo strepitoso negli ultimi mesi. Oggi vedremo insieme il menu tipo per farla correttamente. Si tratta di una dieta proteica che consente di dimagrire facilmente anche grazie ad alcune piante medicinali che vengono impiegate per creare le pietanze della dieta tisanoreica. Una dieta creata anche grazie agli studi del Dipartimento di Anatomia e Fisiologia dell’Università di Padova ma che va seguita solo per 40 giorni e non di più. Si compone di due fasi, la prima intensiva che va dai 10 ai 20 giorni e la seconda di stabilizzazione per i restanti giorni.

La dieta tisanoreica

Una dieta studiata scientificamente, basata sul principio che, per dimagrire bisogna togliere all’organismo alcune sostanze fondamentali: in questo modo si consumano calorie e si va ad intaccare la riserva di grassi e zuccheri del nostro organismo. La dieta Tisanoreica è facile da seguire e vi consente di raggiungere ottimi risultati in poco tempo. Tutto questo per provocare una “carenza nutrizionale mirata” e proprio per questo motivo sarà importantissimo non seguirla per più di 40 giorni.

Il menù tipo della dieta tisanoreica

Nella prima fase vengono eliminati i carboidrati che andranno ad essere integrati con i PAT, ovvero Porzione Alimentare Tisanoreica: sono dei preparati ad alto contenuto proteico, come ad esempio soia, piselli, uova o latte.

Ecco per voi un menu giornaliero di dieta tisanoreica:
Colazione:
1 Pat (una pietanza tisanoreica)
Caffè o thé dolcificati solo con aspartame

Pranzo:
1 Pat
1 Uovo
Verdura a volontà da scegliere tra asparagi, bietole, broccoli, carciofi, cardi, cicoria, cuori di palma, cavolfiore, cavolo, cavolini di Bruxelles, cetrioli, crauti, erba brusca, rape, crescione, funghi coltivati, germogli di soia , indivia, insalata, melanzane, porri, radicchio verde, ravanelli, rucola, sedano, spinaci, verza, tartufo,zucchine.

Spuntino:
1 Pat (ovvero una pietanza tisanoreica)
Caffè o thé dolcificati solo con aspartame

Cena:
1 Pat
200 gr. di pesce al vapore
Verdura a volontà da scegliere tra asparagi, bietole, broccoli, carciofi, cardi, cicoria, cuori di palma, cavolfiore, cavolo, cavolini di Bruxelles, cetrioli, crauti, erba brusca, rape, crescione, funghi coltivati, germogli di soia , indivia, insalata, melanzane, porri, radicchio verde, ravanelli, rucola, sedano, spinaci, verza, tartufo,zucchine.

Le critiche alla dieta Tisanoreica

Come ogni dieta troppo di moda e troppo squilibrata, anche la tisanoreica è spesso sconsigliata dai nutrizionisti. Una dieta, per funzionare davvero, deve prima di tutto modificare lo stile alimentare, spesso sbagliato del soggetto che deve perdere peso. La tisanoreica invece, è una dieta che può essere seguita solo per poco tempo e che certamente non prevede il mantenimento dei risultati ottenuti. Una dieta che dura 40 giorni può anche portare ad una perdita di peso. Ma dopo? Come sempre la cosa migliore è quella di cercare di modificare la propria alimentazione, senza rinunciare a nessun cibo ma semplicemente riducendo le quantità e la calorie introdotte ogni giorno. Se delle critiche non ve ne importa nulla e siete ancora interessate a capirne il funzionamento, leggete tutto quello che c’è da sapere sulla dieta tisanoreica.