Dieta TLC, per avere il colesterolo basso

Per mantenere basso il colesterolo esiste un metodo, abbastanza salutare, chiamato TLC e molto famoso negli Usa. Si basa sulla riduzione dei grassi e delle calorie.

Pubblicato da Valentina Morosini Mercoledì 11 gennaio 2012

Dieta TLC, per avere il colesterolo basso

Oggi parliamo di dieta TLC, acronimo che sta Therapeutic Lifestyle Changes. Proprio ieri abbiamo pubblicato la notizia che la dieta Dash è stata incoronata il regime alimentare più salutare al mondo. Nella classifica delle prime 10 miglior diete, compariva anche la TLC. Non è una vera e propria dieta, quanto più un approccio metodologico per ridurre i grassi saturi e mantenere basso il colesterolo. Vediamo quindi insieme di che cosa si tratta.

Come abbiamo detto in tante occasioni, la dieta è il primo mezzo per tutelare la propria salute e sicuramente cercare di mantenere il proprio colesterolo nei parametri è un ottimo modo per tenere lontane le malattie cardiovascolari. Come fare? Secondo i principi della TLC, gli unici grassi ammessi nella dieta sono quelli che provengono da noci e pesce, entrambi ricchi di omega 3.

L’alimentazione quotidiana, inoltre, deve prevedere dai 10 ai 25 grammi di fibre, un 15% di proteine, 50/60% di carboidrati, e massimo il 25/30% delle calorie totali deve derivare dai grassi (di cui il 7% grassi saturi, 10% grassi polinsaturi, 20% monoinsaturi). In questo modo si dovrebbero assumere circa 200mg di colesterolo in meno al giorno.

Attenzione però questa dieta non è fatta per dimagrire, quanto solo per abbassare il colesterolo. È un ottimo obiettivo, ma il metodo TLC perde di vista un altro aspetto importante: la nutrizione non si può basare solo sul calcolo delle calorie, ma anche sulla varietà degli alimenti consumati, per evitare che si possano creare spiacevoli e pericolose carenze alimentari.