Dieta vegetariana per chi non rinuncia alla carne

Essere vegetariani significa eliminare dalla propria dieta carne e pesce. Se proprio non riuscite a seguire un'alimentazione vegetariana ma volete ridurre al minimo il consumo di carne siete flexitarian, ossia potete seguire una dieta vegetariana flessibile e concedervi, ogni tanto anche un piatto a base di carne.

Pubblicato da Valentina Morosini Domenica 19 luglio 2009

Dieta vegetariana per chi non rinuncia alla carne

Chi decide di diventare vegetariano la maggior parte delle volte lo fa in gran parte perchè spinto da considerazioni etiche. Eppure il vegetarianesimo ha molti aspetti positivi e sono diversi i medici e i nutrizionisti che ritengono che una dieta vegetariana faccia bene alla salute. Se quindi volete avvicinarvi a questo stile di vita ma senza rinunciare del tutto ai secondi di carne e pesce, sappiate che esiste una dieta vegetariana flessibile, perfetta per chi vuole mantenersi in forma e ridurre al minimo il consumo di carne principalmente per motivi di salute.
Ovviamente anche per essere vegetariani in modo serio è necessario informarsi e valutare il tipo di dieta da seguire insieme a un nutrizionista.
Come si può mantenere un’alimentazione sana senza rinunciare alla carne? La risposta è la dieta Flexitariana o flexitarian diet che si basa su un’alimentazione vegetariana ma concede a volte il consumo di piatti a base di carne.
Resta chiaro che una dieta vegetariana flessibile dal punto di vista etico per un vegetariano non sarò pienamente accettabile ma è un passo avanti. Oltretutto l’alimentazione vegetariana può essere di grande aiuto per chi ha problemi di gotta, di colesterolo o ha bisogno di ridurre il numero di proteine.

Dieta vegetariana flessibile: cosa si mangia

Nella dieta flexitarian la carne e il pesce si possono mangiare un paio di volte alla settimana. Gli alimenti principali invece sono quelli tipici della dieta vegetariana, dalle verdure, alla frutta, alle preparazioni a base di proteine vegetali come il tofu e il seitan. In questo modo si riesce ad avere una dieta equilibrata ed estremamente variegata.

Dieta flexitarian: alimenti

La frutta e la verdura sono alla base della dieta vegetariana. In particolare però ci sono alcuni elementi in grado di fornire energia, stimolare l’attenzione la memoria e la capacità di riflessione. Tra questi troviamo:

  • broccoli,
  • cavolfiore,
  • uva,
  • frutta secca,
  • legumi,
  • semi,
  • farine integrali,
  • latte,
  • uova.

Questi ingredienti contengono acetilcolina sostanza che mantiene attivo e protegge il cervello.
Come bevanda potete optare per il tè verde che aiuta a combattere gli attacchi di fame dovuti all’ansia da prestazione. Opera come antagonista della caffeina.
Quando decidete di integrare proteine animali e rendere flessibile la vostra dieta vegetariana, il consiglio è quello di optare per carne di pollo o di tacchino.
Una controindicazione dell’essere vegetariani deriva dal fatto che, se la dieta non è studiata attentamente, si rischi di incorrere in carenze alimentari e sentirsi stanchi e affaticati.
Per ridurre il senso dio spossamento e tenere sotto controllo gli sbalzi d’umore, potete inserire nel vostro schema alimentare alcuni cibi ricchi di magnesio come: germogli di soia, semi di zucca, spinaci, cereali integrali e cioccolato fondente.

Qui trovate un esempio di menu settimanale e tutti i suggerimenti utili se volete provare la dieta flexitarian.