Dimagrire mangiando fuori casa: la pausa pranzo per perdere peso

Dimagrire mangiando fuori casa, al bar o alla mensa è davvero difficile, chi passa tutto il giorno in ufficio o è spesso in giro per lavoro sa bene quanto sia dura mantenere la linea. Con questi semplici suggerimenti la pausa pranzo non sarà più un problema e riuscirete a fare pasti sani e bilanciati anche lontano da casa.

Pubblicato da Francesca Bottini Mercoledì 14 dicembre 2011

Dimagrire mangiando fuori casa: la pausa pranzo per perdere peso

Per chi passa molto tempo fuori casa, dimagrire mangiando cibo pronto e facendo pasti veloci al bar o alla mensa dell’ufficio può sembrare un’impresa impossibile. Per quanto si possa prestare attenzione alla scelta di ciò che si mangia, non si può conoscere con esattezza l’apporto calorico dei cibi preparati da un ristorante e non è salutare nemmeno ricorrere tutti i giorni al panino comprato al bar. Eppure non tutti hanno la possibilità di prepararsi pasti sani e bilanciati da portare con sé o spuntini light da consumare nel pomeriggio per evitare improvvisi attacchi di fame. La conseguenza è che ci si ritrova con qualche chilo di troppo, ci si sente appesantite e si rischia più spesso di veder comparire sulla pelle del viso alcune imperfezioni dovute ad una alimentazione poco varia e sbilanciata.
Mangiare fuori favorisce infatti il consumo di calorie in eccesso e non aiuta a perdere peso, soprattutto quando si deve pranzare spesso al ristorante o nei bar e ci si ritrova a non poter sempre compensare con una cena adeguata. Come fare in questi casi? Vi basterà seguire i nostri consigli per perdere peso e stare in forma anche mangiando fuori casa.

La colazione al bar

Se pranzate sempre al bar, alla mensa dell’ufficio o al ristorante e desiderate dimagrire mangiando piatti preparati da altri, cercate per lo meno di evitare la colazione al bar e fare una colazione sana e sostanziosa a casa.
In questo caso alla classica brioche e cappuccino potrete facilmente sostituire uno yogurt con avena, cereali e frutta secca, molto più sano e nutriente.
Se proprio non vi è possibile evitare la colazione al bar cercate almeno di limitare i danni: scegliete il cornetto integrale o una brioche vuota o, ancora meglio, optate per barrette ai cereali che, pur essendo confezionate, vi permettono di non esagerare con le calorie.

La pausa pranzo per perdere peso

La cosa migliore è portarsi il pranzo da casa, in questo modo potrete facilmente tenere d’occhio le porzioni e l’uso dei condimenti. Così sarà più facile dimagrire mangiando fuori casa che tra le mura domestiche perchè avrete a disposizione solo quello che vi siete preparate senza la tentazione di ricorrere a qualche snack che avete in dispensa o a riaprire il frigorifero mezzz’ora dopo aver terminato il pranzo.
Chi non ha la possibilità di preparare il pranzo a casa, invece, dovrà armarsi di una buona dose di determinazione per evitare di ingrassare.
Tutti i bar e ristoranti hanno nel loro menu delle insalate miste, ideali per stare in forma con una pausa pranzo leggera. Fate attenzione però ai condimenti, anche un’insalata se troppo condita, ricca di salse o formaggi grassi può diventare un nemico della linea.
Se solitamente pranzate in mensa o al ristorante puntate sui cibi grigliati, in questo modo saprete che i condimenti sono ridotti al minimo, pollo e verdure alla griglia sono un ottimo pasto per dimagrire mangiando fuori casa.
Infine, a tutti quelli che pranzano in ufficio o lontano da casa capita di avere poco tempo e dover ricorrere al classico panino o ad una piadina farcita. Questi cibi di per sé non vi faranno ingrassare ma state attente al ripieno: preferite i salumi magri come fesa di tacchino, pollo o bresaola; evitate i panini e le piadine che hanno formaggi grassi come brie, scamorza e gorgonzola. Le scelte migliori sono i panini con verdure grigliate (non sott’olio), con salmone affumicato, salumi magri, o un semplice toast prosciutto e formaggio.

5 trucchetti per dimagrire mangiando fuori casa

Ci sono poi alcune semplici regole che dovrete tenere a mente durante la pausa pranzo o se siete costrette a mangiare fuori casa:

  1. Non saltate mai la colazione e lo spuntino di metà mattina, vi aiuteranno a non arrivare troppo affamate a pranzo. Come spuntino, mangiate un frutto, qualche mandorla al naturale o bevete un centrifugato di frutta;
  2. Ai primi preparati con sughi di cui non conoscete gli ingredienti, preferite gli antipasti, le insalate e i secondi piatti;
  3. Fate attenzione a non esagerare con i condimenti;
  4. Bevete due bicchieri di acqua prima di iniziare a mangiare;
  5. Evitate la frutta a fine pasto per non avere la pancia gonfia o difficoltà a digerire.

Volete altri consigli per perdere peso senza sottoporvi a diete drastiche? Qui trovate tutto quello che c’è da sapere su come dimagrire mangiando un po’ di tutto e senza fatica.