Distributori automatici, un pericolo per la linea!

da , il

    Avete presente Camera Caffè? Tutto si svolge davanti a una macchinetta, un distributore di bevande calde. È una scena tipica per ogni ufficio: durante la giornata ogni lavoratore si fionda lì per prelevare una bibita, una merendina, i classici taralli, il caffè, ecc. E la linea?

    Sono aperti 24 h su 24, per 365 giorni all’anno, permettono di scegliere fra un’ampia gamma di prodotti, erogano cibi di qualità ad un prezzo contenuto, sono presenti in quasi tutti i posti di lavoro, sono pratici e veloci.

    Secondo un’analisi condotta dal CENSIS, contribuiscono a creare un clima di lavoro più sereno e cordiale. A spingere ad acquistare dai distributori automatici è soprattutto il desiderio di un caffè, ma anche il bisogno di una merenda con cui saziare velocemente la fame e la sete.

    Il 41% degli utilizzatori vi ricorre sui luoghi di lavoro, il 31% nei luoghi d’attesa, il 18,9% in quelli di studio, il 12,2% in quelli di transito, il 9,2% nei centri commerciali e il 5,6% nei luoghi dedicati allo svago. Stiamo però attenti perché non fare un pasto corretto, per poi mangiare “schifezze” durante il giorno è pericoloso per la linea: soprattutto perché le macchinette solo in pochissimi casi contengono prodotti naturali come frutta e yogurt, di solito propongono snack deliziosi e molto calorici.

    Foto tratte da

    mediaon.it comix.it