Gli agrumi proteggono dai mali di stagione

da , il

    Gli agrumi proteggono dai mali di stagione

    È questa la stagione degli agrumi. Sulle nostre tavole sono sbucati arance e mandarini, con i loro profumi e le loro proprietà. Sono frutti particolarmente ricchi di acidi organici, soprattutto di acido citrico (fino al 6% nei limoni), oltre alla vitamina C e alla B1, B2, B3. Si adoperano in cucina anche aromatizzare i piatti salati e sono perfetti per prevenire i mali di stagione, come il raffreddore, l’ influenza, ma anche le stomatiti, le gengiviti e malattie. Inoltre, ci concentriamo sempre sui i mirtilli e i frutti rossi per tutelare la microcircolazione, ma anche gli agrumi sono utili in caso di fragilità capillare.

    Il limone in assoluto è l’agrume più diffuso, lo si trova praticamente tutto l’anno. E pensate un po’ che non origine italiana, ma proviene dell’India settentrionale. La buccia è più o meno spessa, di colore giallo o verdino; la polpa è suddivisa in numerosi spicchi ricchi, proprio come le arance.

    È molto ricco di vitamine del gruppo B, C (in elevata quantità) e P, pochi sali minerali; tra tutti gli agrumi è quello con il più basso contenuto di zuccheri (2,3%). La buccia contiene vitamina A, che invece è assente nella polpa, cumarine, flavonoidi, olio essenziale.

    In cucina si usa per evitare l’annerimento della frutta e della verdura, dopo essere state pulite e tagliate. E si cucina sia con la buccia che con la polpa, impiegati molto in pasticceria, ma anche nei piatti salati, dai risotti all’insalata. Il consumo regolare del succo di limone abbassa il livello di zuccheri nel sangue ed è battericida, diuretico e astringente.