“I magnifici 20”, un libro per curarsi mangiando

Con gli alimenti si può non solo fare prevenzione ma persino curare, nel senso etimologico del "prendersi cura"; è questo il campo di una nuova disciplina, la "nutraceutica", in cui s'incontrano "nutrizione" e "farmaceutica".

Pubblicato da Valentina Morosini Giovedì 15 aprile 2010

Volete avere una guida da consultare per mangiare meglio e risolvere qualche problema di salute. Allora il libro che fa per voi è ‘I magnifici 20‘ (Ponte alle Grazie editore) scritto da Marco Bianchi, ricercatore dell’Ifom (Isituto FIRC di oncologia molecolare), che da anni studia i segreti di benessere contenuti negli alimenti. Qui potete davvero scoprire cose molto interessanti come che un cucchiaino di semi di lino tritati ed un paio di noci o in alternativa un paio di cucchiaini di olio di lino al giorno aiutano ad abbassare il colesterolo ‘cattivo’? Piccoli suggerimenti che possono davvero aiutarci a stare meglio.
Inoltre, ci sono molte ricette invitanti, e alcune decisamente estive. Per sperimentare un pieno di si può provare il “Carpaccio di finocchi con tonno e germogli di rucola”. Un’emulsione di aceto balsamico, olio extravergine d’oliva, uno spicchio d’aglio e sale, l’aggiunta di semi di zucca tostati, finocchi e tonno e ovviamente germi di rucola.

Con gli alimenti si può non solo fare prevenzione ma persino curare, nel senso etimologico del “prendersi cura”; è questo il campo di una nuova disciplina, la “nutraceutica“, in cui s’incontrano “nutrizione” e “farmaceutica”.

Foto tratte da
donnamoderna.com
repubblica.it
ilfaromag.com