Il consumo di sale dipende dallo stress

Un tempo il consumo di sale aumentava con lo stress, oggi non è più così perchè i cibi moderbi sono già dopati. una persona consuma 18 volte il sale necessario per la salute del suo corpo

Pubblicato da Valentina Morosini Lunedì 24 maggio 2010

Avete mai nota una correlazione tra alimentazione, consumo di sale e stress? Ci sono poi dei giorni che aggiungerei sale ovunque. Gli esperti sostengono che in passato il consumo di sale aumentava quando si era sottoposti a situazioni stressanti. Ovvero se la nostra vita ci metteva alla prova con problemi di varia natura, il nostro corpo chiedeva più sale. Oggi però non è più così. Lo sostengono i ricercatori della Deakin University guidati da Susan Torre. L’organismo “moderno” non ha più necessità di richiedere sale in più per affrontare lo stress perché i cibi attualmente consumati sono già saturi di sale.
Per capirci: gli australiani consumano sale in quantità fino a 18 volte maggiori del necessario, con conseguente incremento dei tassi di ipertensione e malattie cardiovascolari.Insomma, non fate come me che trova la scusa dello stress per mangiare o troppo salato o troppo dolce.

L’uomo primitivo per affrontare situazioni di stress, come scappare da un leone, aveva bisogno di correre: la corsa comportava un aumento della pressione sanguigna, della frequenza cardiaca e della sudorazione e un forte dispendio di energia che portava alla diminuzione dei livelli di sale nell’organismo.

Tutto era un processo virtuoso. Oggi non è più così perché facciamo una vita molto comoda e sedentaria e qualsiasi cosa mangiamo, anche quella più sana è dopata di sale. Tanto che alcune aziende alimentari stanno riducendone il contenuto, anche su richiesta della signora Obama.

La spiegazione, spiega Torres, potrebbe risiedere nel fatto che “l’offerta alimentare attuale è talmente satura di sale che la maggior parte delle persone ne consumano quantità in eccesso rispetto a quella di cui il corpo necessita”.

Foto tratte da
odealvino.com
albanesi.it
irisalimentazione.it